IL TUO CLIENTE NON TROVA LA STRADA CHE PORTA AL TUO NEGOZIO DI PARRUCCHIERE?

Il costo più grosso e più grave per un negozio di parrucchiere è una sedia vuota.Se sei un parrucchiere, il tuo primo obiettivo dovrebbe essere sempre quello di aiutare ogni singolo tuo cliente a trovare la strada del tuo negozio di parrucchiere, eliminando tutti gli ostacoli che potrebbe incontrare.

Tu non lo sai ma sempre più spesso accade che il tuo cliente ideale si ritrovi al contrario di fronte un’intralcio, un’impedimento, degli ostacoli, che lo portano inevitabilmente verso la strada che porta da un tuo concorrente e non verso l’ingresso del tuo negozio di parrucchiere.

Dovrai essere d’accordo con me quando dico che il costo più grosso e più grave di un negozio di parrucchiere è una sedia vuota.

Quante volte sei rimasto a guardarla senza fare nulla?

Se non ci hai mai provato prima, potrebbe sembrare complicato. E se hai provato – a capire cosa vogliano i clienti quando entrano in contatto con te – probabilmente saprai già che non è qualcosa che vorrai fare attraverso tentativi ed errori.

Sbagliare approccio nella strategia è un errore ricorrente per i piccoli negozi di Parrucchieri italiani e ancor di più se ne possiedi uno.

Ecco perché ho creato questa piccola guida per aiutarti a comprendere che oggi il lavoro di un titolare di Salone d’Acconciatura è diventato quello di capire cosa vogliono i clienti quando entrano in contatto con il tuo negozio ed aiutarli a comprendere:

  • come lo faccia male la concorrenza
  • come siano serviti male dagli altri parrucchieri
  • come non stiano ricevendo un servizio alla loro altezza
  • come si vadano a fare i capelli in luoghi dove aspettano tanto o dove si usano prodotti e servizi di bassa qualità

Di tutti i fattori l’attenzione al cliente è il più significativo ed è uno degli ambiti in cui prestare un’attenzione costante che può garantire un successo che duri nel tempo.

In tal senso, sono tanti, tantissimi, i dettagli da considerare e altrettanti gli errori che si possono commettere e le conseguenze negative per il salone d’acconciatura.

Eccone 7 tra i più comuni e cruciali, assicurati di non commetterli per avere sempre il tuo negozio di parrucchiere pieno, aiutando i clienti a ritornare da te evitando che vadano ad infilarsi nel negozio di un tuo concorrente.

Continua a leggere

COME AUMENTARE IL PROFITTO DEL +750% NEL TUO SALONE D’ACCONCIATURA SENZA AUMENTARE I CLIENTI

Ricorda che non devi fare altro marketing e acquisire altri clienti se prima non tratti bene i clienti che già hai.Ciao e benvenuto!

Oggi scrivo questo articolo partendo da una delle tante email ricevute in privato che merita un’approfondimento da parte mia, sicuro che quella che leggerai tra pochi istanti sia una condizione vissuta da molti titolari di Salone d’Acconciatura.

Condizione nella quale nessuno avrebbe il desiderio di ritrovarsi, da non augurare nemmeno al peggiore dei nemici.

Per ovvi motivi di Privacy non citerò il nome di chi mi scrive né tantomeno il nome del Salone, ma proverò a fare una riflessione e invito tutti i Parrucchieri che avranno il piacere di leggere questo articolo a fare altrettanto (condividendo nel box dei commenti) cosa farebbero se si trovassero in una situazione simile.

[“Salve Angelo,
ho un salone da dicembre del 2007, oggi mi trovo con un calo di fatturato e tantissime tasse da pagare e ancor peggio con zero risorse da poter investire nelle attività che possono rendere il mio salone competitivo sul mercato. Il mio obiettivo è guadagnare di più, un aumento costante di fatturato in modo da poter investire nuove risorse per la crescita del mio salone. Ho bisogno di un aiuto perche’ non so proprio da che parte cominciare e per questo motivo ho iniziato una ricerca su internet per le varie informazioni e ho trovato Parrucchiere Vincente. SALUTI. La titolare”]

Continua a leggere

COME APRIRE UN SALONE D’ACCONCIATURA DI SUCCESSO SENZA FALLIRE, ANCHE SE GIA’ C’E’ L’HAI

Aprire un Salone d’Acconciatura, come ogni attività commerciale, ha molto più a che vedere con la capacità di trovare e trattenere nuovi clienti il più a lungo possibile che non con la creatività e l’originalità del parrucchiere stesso.

Il primo esempio che mi viene in mente è quello delle catene di Saloni d’Acconciatura che ormai da almeno vent’anni hanno attecchito anche in Italia. Non fanno certamente il miglior servizio del mondo, sono più simili a delle catene di montaggio ma di solito riescono a sviluppare un volume d’affari maggiore rispetto al Parrucchiere medio Italiano, proprio grazie al marketing. Questo non significa che per aprire un Salone d’Acconciatura si debbano sbrigare i clienti di fretta, trattandoli come numeri rischiando di fare un servizio schifoso per la fretta, purché si sappia acquisire clienti.

Come per ogni attività imprenditoriale, aprire un salone d'acconciatura significa aprire un’azienda vera e propria con tutto quello che questo comporta.Significa che se le catene più importanti al mondo fanno uscire i propri clienti con delle teste tipo Geri Halliwel quando era nelle Spice Girls e non invece nel tuo Salone, allora le opportunità che abbiamo nel mondo dell’acconciatura sono ben maggiori di quelle che stiamo cogliendo.

Come per ogni attività commerciale o artigianale -definisciti come vuoi tu- aprire un Salone d’Acconciatura significa aprire una vera e propria azienda con tutto quello che questo comporta. Il parrucchiere medio Italiano invece, quando gli viene in mente di aprire un Salone d’Acconciatura è tentato di vederlo come un’estensione di casa sua e più in particolare vorrei dire del suo bagno, ma comunque con il marito alla cassa a gestire gli acquisti e gli appuntamenti la moglie a fare i colori i tagli e gli shampoo.

La convinzione erronea che “basta aprire, fare bene i capelli, fare prezzi onesti e la gente verrà” è probabilmente il motivo di fallimento più evidente sia per i Saloni già aperti che quelli di coloro che ne vorranno aprire uno.

Vediamo insieme come scappare da queste convinzioni sbagliate e portare grazie all’utilizzo del cervello i giovani volenterosi di oggi e di domani ad aprire un Salone che abbia anche tanti clienti.

Continua a leggere

IMPARA A RICONOSCERE I PROBLEMI NASCOSTI DEL TUO SALONE D’ACCONCIATURA E GODITI LA RIVINCITA CHE TI MERITI AGLI OCCHI DELLA GENTE

come dovrebbe fare un parrucchiere per battere la concorrenza?Ciao e benvenuto! Nell’articolo precedente dove ti ho sganciato 5 azioni semplici e pronte all’uso su cosa un Parrucchiere proprietario di un Salone d’Acconciatura dovrebbe fare per far crescere il proprio Salone d’Acconciatura, si era fatto tardi, e ci eravamo lasciati con la promessa che sarei ritornato sull’argomento con l’obiettivo di aiutarti a edificare il tuo Salone su un terreno roccioso con criteri base ben precisi.

Lo faccio perché il mio desiderio per te, che sei un Parrucchiere che si dà da fare quotidianamente, è che tu riesca finalmente a riconoscere i veri problemi nascosti del tuo salone d’acconciatura, al di là che tu sia già un mio cliente o meno.

Sto parlando di vere e proprie bombe a orologeria…che se disinnescate in tempo ti eviteranno di prosciugare tutto il tuo fatturato e sopratutto tutti i tuoi utili, superando in scioltezza questi ultimi periodi non proprio facili, con tutti gli strumenti per lavorare bene e avere magari anche il successo e il riscatto che ti meriti agli occhi della gente e della tua famiglia.

In effetti a proposito di successo, riscatto personale e famiglia, l’altro giorno un tuo collega Parrucchiere, Roberto, a cui dedico questo articolo, mi ha raccontato di alcune difficoltà che gli stanno impedendo di prendersi tutte le soddisfazioni economiche, ma anche morali, che si sarebbe aspettato dopo tanti anni di lavoro.

Mi ha raccontato delle battaglie che deve combattere tutti i giorni tra tasse che aumentano in continuazione e scontrino medio che crolla a picco, e di come tutto ciò si rifletta anche all’interno dell’ambito familiare e delle relazioni in generale.

E di molti altri bocconi amari…

Ma dopo aver accolto il suo sfogo però, mi sono reso conto di un comune denominatore, di un qualcosa che bene o male è presente in tutti i Parrucchieri che ho conosciuto in questi anni, svolgendo la mia professione di rappresentante….

Continua a leggere

COSMOPROF 2017: COME DOVREBBE FARE UN PARRUCCHIERE, PROPRIETARIO DI UN SALONE D’ACCONCIATURA, PER SOPRAVVIVERE E FAR CRESCERE IL SUO NEGOZIO?

come dovrebbe fare un parrrucchiere proprietario di un Salone d'Acconciatura, per sopravvivere e far crescere il suo negozio?Finalmente ci siamo! Anche quest’anno la 50° edizione del Cosmoprof 2017 è alle porte e ogni Parrucchiere titolare di Salone d’Acconciatura avrà la possibilità di scoprire in super anteprima quelle che saranno le tendenze moda più importanti a livello mondiale, così come tutti i prodotti novità molto utili in Salone.

Anche questa 50° edizione del Cosmoprof 2017 sarà l’occasione per aumentare la tua consapevolezza che tutto quello che hai amato, ami e amerai della tua professione di Parrucchiere è passato o passerà dal Cosmoprof di Bologna!

Per questo motivo questa fiera è importante; poter osservare e toccare con mano il meglio della bellezza italiana ed estera è un’occasione assolutamente da non perdere.

Insomma, finalmente le aspettative quest’anno sono alte e sono state tutte confermate alla grande dalle innumerevoli richieste di informazioni che tanti Parrucchieri proprio come te mi hanno fatto durante le mie visite nei Saloni d’Acconciatura di questi giorni.

Un’altra ottima notizia in anteprima per te è che nel caso non te ne fossi ancora accorto, da una recente indagine di Cosmetica Italia il mercato Italiano dell’Acconciatura ha chiuso il 2016 con una crescita dell’1%. Ebbene si i canali professionali segnano la ripresa e a riprendere ossigeno sono sopratutto i Saloni d’Acconciatura proprio come il tuo che tanto hanno sofferto negli ultimi anni a causa sopratutto della diminuzione dei passaggi in Salone che da oltre cinque anni ha condizionato negativamente i tuoi fatturati.

Negli ultimi trimestri si è assistito alla lenta ripresa dei consumi nei servizi e nella rivendita.

Il merito di questa inversione di tendenza sembra sia da attribuire sopratutto allo sforzo di fidelizzazione e riorganizzazione dei Saloni che alcuni acconciatori stanno avviando, con sempre maggiore attenzione alla rivendita dei prodotti di mantenimento e cura dei capelli a domicilio.

Tutto bello quindi?

NO, tutt’altro e sai perché?

Continua a leggere