COME RICONOSCERE ED ELIMINARE I 5 ERRORI PIU’ DIFFUSI NEL LISTINO PREZZI DEL TUO SALONE D’ACCONCIATURA

ParrucchiereVincenteIn questo articolo vediamo come riconoscere ed eliminare i 5 errori più diffusi nel listino prezzi della maggior parte dei Salone d’Acconciatura, che fanno perdere fino al 25% degli incassi ai loro titolari. Per ciò metti da parte per un’ attimo tutto quello che sai o tutto quello che il tuo fornitore, azienda, rappresentante, collega, commercialista, o sedicenti coach del web, ti hanno sempre raccontato su questo argomento, scoprendo che, non riconoscere ed eliminare i 5 errori più comuni nel listino prezzi del tuo Salone d’Acconciatura ti costa fino al 20% degli incassi e aumenta il costo prodotto che utilizzi fino al 5%.

Potrai rapidamente controllare se li stai commettendo anche tu, ed eventualmente porvi rimedio, iniziando il 2016 con il piede giusto.

Ma vediamo perché.

Infatti ti mostrerò bene come questi errori ti stanno facendo perdere fatturato senza che tu te ne stia nemmeno rendendo conto.

Cosa imparerai da questo articolo?

  • Il problema più grande di tutti i Parrucchieri in Italia e come risolverlo velocemente
  • I 4 errori comuni nei listini dei Saloni d’Acconciatura che letteralmente ne dimezzano le vendite
  • il sistema in 4 semplici mosse per trasformare il tuo listino prezzi in una macchina stampa soldi 
  • come guadagnare fino al 15% in più su ogni singola voce del tuo listino

Il problema, è che la forza stessa del listino prezzi è nello stesso listino prezzi, scusa il giro di parole, perché la maggior parte delle volte è visto solo come un foglio di carta sul quale scrivere il tipo di servizio e il suo prezzo. Talvolta è appoggiato sulla cassa, talvolta è appiccicato direttamente sulla vetrina, talvolta è passato direttamente nelle mani della cliente seduta sulle poltrone del tuo Salone d’Acconciatura, o addirittura ancora prima che lo faccia, attraverso dei volantini che fai distribuire per tutta la città, nella convinzione che servano a qualcosa.

Quindi dicevamo che la forza del listino prezzi è sottovalutata, ma se ci pensi solo un secondo, converrai con me che il listino del tuo Salone d’Acconciatura è il più importante strumento di crescita per il benessere economico di tutti i tuoi collaboratori, e anche per il tuo personale benessere economico e finanziario:

  • è il più grande strumento di vendita del tuo Salone d’Acconciatura –te lo ripeto- infatti non è solo un foglio di carta da tenere inchiodato al muro di una parete, o in cima alla cassa, in una teca di plexy glass, ma in realtà è un vero e proprio strumento di vendita tramite il quale tu riesci ad aumentare le tue vendite, aumentare i tuoi margini e di conseguenza aumentare i tuoi guadagni. E’ infatti uno dei più potenti!
  • Può essere il migliore amico (ma anche il peggiore nemico) tuo e del tuo personale. Infatti il listino prezzi se utilizzato nella maniera corretta, ben strutturato, ben scritto, dovrebbe essere studiato per rispondere alle principali obiezioni dei tuoi clienti, sul perché fare o non fare un servizio, e ti ricordo che le risposte nella mente del tuo cliente avvengono in maniera automatica. Più semplicemente il listino è una cosa che scrivi una volta, dopo di che continuerà a lavorare per te 24 ore al giorno, 5 giorni a settimana, tutti i giorni dell’anno, al tuo fianco e al fianco del tuo personale. Al contrario se è scritto male, continuerà a lavorare contro di te e contro il tuo Salone d’Acconciatura, quindi è facile intuire perché sia così importante.
  • E’ la tua migliore arma pubblicitaria. Pensa infatti semplicemente a quale altra forma di pubblicità può vantare il fatto di godere di tutta l’attenzione possibile da parte dei tuoi clienti. Infatti i tuoi clienti, nel momento stesso in cui gli consegni la carta dei tuoi servizi/listino, rimangono focalizzati su di essa almeno per 2 minuti. La potremmo chiamare anche la “regola dei 2 minuti”, perché il cliente passa 2 minuti del proprio tempo a leggere il tuo listino, e in questi due minuti ti giochi ovviamente l’esito della tua consulenza di lavoro, infatti…
  • è anche il tuo “biglietto da visita”, che servirà per impressionare positivamente o negativamente il tuo cliente o potenziale cliente. Se sarà come quelli che vedo in giro, otterrai sicuramente un cliente non ben predisposto a venire nel tuo Salone, o non ben predisposto a pronunciare quella bella parolina magica “SI”, perché ha già avuto una  pessima impressione solo leggendolo, il tuo listino prezzi. Nel caso invece che il tuo listino sia godibile, ben presentato, con una breve descrizione del tuo Salone, con una descrizione dei servizi che invogli a provarli, otterrai un cliente predisposto a passare del tempo nel tuo Salone per curarsi i capelli, farsi bella, provando volentieri cose nuove, e questo fa tutta la differenza del mondo. Allo stesso modo in cui un cliente, ben accolto e salutato quando varca la soglia del tuo Salone, sarà meglio predisposto a provare qualche tuo servizio o qualche tuo prodotto. Insomma ti giochi l’esito di una buona consulenza nei primi due minuti in cui una tua cliente lo legge e decide di prestarti attenzione. Dunque ti ho spiegato perché per il buon funzionamento del tuo Salone è così essenziale avere un listino prezzi con la descrizione dei servizi che funzioni come dovrebbe, e che sia strutturato in maniera intelligente…

…ma adesso vediamo i 5 errori molto diffusi che ti dicevo poco fà, con i quali puoi giocarti fino al 25% dei tuoi guadagni.

COME RICONOSCERE I 5 ERRORI PIU’ COMUNI DEL TUO LISTINO PREZZI

  1. Hair Products Coast™inesistente o approssimativo. Il primo errore più comune fatto da tutti i Parrucchieri in Italia è non sapere affatto, o sapere approssimativamente il costo del prodotto che utilizzi per erogare i tuoi servizi. Se non sai quanto costano i prodotti che utilizzi per erogare i tuoi servizi, che compongono il tuo listino prezzi, e intendo dire al centesimo per ogni ml, non sai calcolare il margine esatto che deriva da quel servizio/prodotto, e infatti questo primo errore si porta dietro il secondo più comune errore che è questo:
  2. Hair Product Price™fatto un pochino a caso, senza un metodo scientifico alle spalle. Fare Hair Product Price non significa nient’altro che dare un prezzo scientificamente corretto ad ogni servizio che compone la tua carta dei servizi/listino prezzi. Non significa nient’altro che incentivare, anche tramite l’arma del prezzo un consumo da parte del cliente di determinati servizi, piuttosto che di altri. Perché dico incentivare? o disincentivare alcuni servizi? Perché è chiaro che tu avrai sul tuo listino prezzi, dei servizi con un margine maggiore, e dei servizi con un margine minore, ed è altrettanto chiaro che tu sia intenzionato, a vendere maggiormente i servizi con un margine più alto. Questo per una semplicissima questione, che se vendi più servizi ad un prezzo maggiore, guadagni di più e quindi puoi spendere i soldi che derivano dal guadagno maggiore, in quello che ti piace fare, quando non lavori. Quindi capisci l’importanza di fare un Hair Products Coast e un Hair Product Price scientificamente corretti, e per fare ciò ci sono delle metodologie, che se vorrai potremmo approfondire assieme, che ti aiutano a fare un Hair Product sensato, ma sopratutto a fare un Hair Product Price esatto, sui prodotti che compongono i servizi che hai sul tuo listino prezzi. Di seguito alcuni esempi che dimostrano un’utile di 0,48 centesimi, da vergogna, che hai quando fai un servizio piega. Nel secondo caso ti renderai conto di quanto puo fare la differenza descrivere correttamente un prodotto/servizio e l’importanza di raggruppare più servizi in uno, nella terza slide quanto incide questo piccola strategia sui tuoi incassi alla fine dell’anno. Guarda..100020003
  3. Nessuna coerenza con l’identità del Salone. Il terzo errore che vedo più frequentemente nelle carte dei servizi/listino prezzi di molti Parrucchieri è che non c’è una coerenza con l’identità del Salone d’Acconciatura. Spero, che quando tu hai aperto il tuo Salone d’Acconciatura, tu abbia avuto un’idea del tuo Salone in testa, con un concetto di fondo del Salone stesso. Bene il listino prezzi, sia graficamente che per i contenuti, cioè il modo in cui è scritto, deve avere una sorta di coerenza con il Salone che hai scelto all’inizio. Purtroppo la maggior parte delle volte, questa coerenza non c’è, vuoi per una sorta di negligenza da parte del Parrucchiere, che non ha tanta voglia di perdere troppo tempo nel listino prezzi, che è un’errore gravissimo, oppure semplicemente perché non ci hai mai fatto caso. L’hai sempre pensato come uno strumento fine a se stesso, quindi non gli hai mai dato l’importanza che in realtà merita.
  4. Scritto per descrivere le voci del listino prezzi. Spesso il listino prezzi è scritto per descrivere le voci, i prezzi, che lo compongono, e questo è gravissimo perché in realtà il listino prezzi non va fatto per descrivere i servizi che lo compongono, ma va scritto per venderli questi servizi! L’unica funzione del tuo listino prezzi deve essere quella di aiutarti nel processo di vendita, deve essere quello di aiutarti a far preferire determinati servizi, piuttosto che altri. Naturalmente per determinati servizi intendo quelli con margine maggiore, quelli sui quali tu guadagni di più.
  5. Strutturato e costruito creativamente: l’ultimo errore è che spesso il listino prezzi è strutturato male perché spesso lo dai in mano a dei tipografi il cui lavoro è stampare cose artisticamente e non creare per vendere, che è ciò che dovrebbe interessare a te. L’unico ed esclusivo scopo del tuo listino deve essere quello di aiutarti a vendere in maniera più facilitata, i servizi che lo compongono. Non ci dovrebbe essere nessun altro scopo. La realtà è che il listino va strutturato e costruito in maniera tale da guidare l’attenzione del cliente che lo legge verso determinati servizi piuttosto che altri. Capisci che se riesci a fare questo, cioè guidare l’attenzione del cliente verso determinati servizi e non altri, riusciamo a guidare l’occhio del cliente verso i servizi con un margine maggiore, e di conseguenza riusciamo ad aumentare le probabilità che il cliente ordini quel servizio, o assieme di servizi. Se riusciamo a fare questo, riusciamo chiaramente a portarti euro sonanti dentro alle tue tasche, tutti i giorni, di tutti i mesi, di tutto l’anno.

ParrucchiereVincente1Okay, ma adesso vediamo come risolvere, con un Sistema in 4 passi che ti aiuterà a  trasformare il tuo listino prezzi in una macchina da soldi completamente automatica

  • Step 1- Calcola la tua marginalità esatta (ti servono 3 dati): ovvero devi sapere quanto guadagni precisamente e quando dico precisamente dico al centesimo, cioè devi fare i conti una volta per tutte alla perfezione. L’obbiettivo è sapere quanto guadagni precisamente su ogni servizio che esce dal tuo Salone d’Acconciatura, e che viene effettuato al cliente finale. Se conosci questo dato, tu hai vinto, perché sai perfettamente quale servizio o assieme di servizi incentivare, cioè quello che ti farà guadagnare di più e quale devi invece disincentivare, che sarà quello che ti farà guadagnare di meno, se non addirittura andare in rimessa, come abbiamo visto prima, nella prima slide. Per calcolare la tua marginalità esatta non servono solo due dati come tutti pensano, ma te ne servono tre. Vediamoli: ti serve il costo unitario del servizio, ovvero, la somma dei costi unitari che compongono quel servizio, ti serve il prezzo di vendita che hai inserito sul tuo listino prezzi, e questo lo sai, ma sopratutto ti serve sapere il numero di unità vendute di ogni servizio che compone il tuo listino prezzi. In questo modo puoi sapere complessivamente quanto margini dalla vendita di ogni voce del tuo listino. Una volta che hai questo dato, si passa allo…
  • Step 2 – Ristruttura il tuo listino prezzi, per guidare l’occhio del cliente verso i servizi a margine maggiore e non verso gli altri; ovvero, una volta che tu hai la marginalità esatta totale, quindi moltiplicata per il numero delle unità vendute di ogni servizio, vai a ristrutturare il tuo listino prezzi per guidare l’occhio del tuo cliente verso i servizi che ti fanno guadagnare di più e chiaramente disincentiverai l’acquisto di tutti gli altri. In questo modo ottieni un semplice e solo risultato: guadagni di più, guadagni meglio, vendendo lo stesso numero di servizi, e questo ti porta a due grandi vantaggi: il primo è che vendi maggiormente i servizi a margine maggiore e di conseguenza abbassi il costo della materia prima, perché certi servizi li potrai addirittura togliere dal listino, non verranno più richiesti come unici, dalla tua clientela. Ci siamo? A questo punto non dovrai fare nient’altro che…
  • Step 3 – Riscrivere il listino prezzi, seguendo i principi dello scrivere per vendere. Scrivere per vendere su un listino prezzi non significa nient’altro che riscrivere le descrizioni dei servizi che compongono i servizi del listino prezzi del tuo salone d’acconciatura, in maniera tale da incentivare l’acquisto dei servizi con margine maggiore e disincentivare l’acquisto dei servizi con margine minore o addirittura in perdita. Questo lo si fa in maniera molto semplice, rendendo emotiva, emozionale la descrizione dei servizi con margine maggiore con un servizio clienti straordinario. In questo modo quando le persone vedranno scritto nel tuo listino prezzi una descrizione così accurata e così emozionale di determinati servizi/prodotti rispetto agli altri, saranno incentivati ad ordinare quel servizio, piuttosto che tutti gli altri, con un’unica conseguenza che sarà che tu guadagnerai di più, guadagnerai meglio, senza fare troppa fatica, senza sopratutto incasinare il lavoro del tuo personale tecnico/stilistico, perché chiaramente sarà più veloce sapere quello che la cliente vuole e sarà più veloce passare all’azione. Allo stesso tempo perché potrai fare meno servizi, rispetto a quelli a cui sei abituato a fare adesso. Quindi vedi che già attraverso questi 3 step, il  listino del tuo salone d’acconciatura diventa una vera e propria macchina di vendita completamente automatica, perché questo è un lavoro che fai una volta ogni 6 mesi e non ci pensi più, impostandolo già da subito, per tutto l’anno. Ci siamo? E’ un’investimento che si ripaga nel tempo. E’ l’investimento del tuo tempo in qualità di titolare che si ripaga nel giro di un mese, se segui questi tre passi per come te li ho spiegati. L’investimento di tempo, o di denaro se avrai voglia di compierlo, sarà sicuramente ripagato dall’aumento di marginalità che otterrai dal seguire questi tre step. L’ultimo step è fondamentale e consiste nel…
  • Step 4 – Test, test, test. Consiste nel testare il tuo listino prezzi. Devi testarlo perché non hai modo di capire se la tua lista dei servizi funziona fino a quando non l’hai messo nelle mani del tuo cliente. Ci siamo? Quindi qui la situazione ideale è quella di creare due carte dei servizi differenti, e testarli in due periodi di tempo differenti. Per esempio, tieni due settimane la prima versione della carta dei servizi A e due settimane la versione della carta dei servizi B. Alla fine delle due settimane tiri una bella riga e vedi quanto è l’importo del tuo scontrino medio. A questo punto saprai se il listino servizi A batte il listino servizi B in quanto a scontrino medio, o viceversa. Chiaramente da questo test hai solamente il vincitore di questa piccola sfida. Questo semplicissimo test che è facile da fare, ti permette di capire quale dei due listini ti fa marginare di più e di conseguenza ti fa guadagnare di più. Ecco quindi che con questo semplice sistema del test, che è fondamentale, tu puoi capire come guadagnare di più facendo la stessa identica mole di lavoro.

Okay, adesso corri a ripensare al listino prezzi/carta dei servizi del tuo salone d’acconciatura e riscrivilo per vendere i servizi, e strutturalo per portare gli occhi del cliente verso i servizi o l’insieme dei servizi con margine più alto, catturandone l’attenzione in una maniera particolare riuscendo a catturare l’interesse del cliente, che farà poi scaturire l’acquisto finale, scrivendo il tuo listino utilizzando le armi dello scrivere per vendere, che ti ho spiegato, e comincia il 2016 con il giusto atteggiamento.

Mi sento di dirti che per un Parrucchiere che ambisce al successo il listino prezzi/carta dei servizi del Salone d’Acconciatura, dovrebbe avere tutto ciò che ti ho appena descritto ed è l’unica possibilità che hai per iniziare a guadagnare con il tuo Salone d’Acconciatura fin da domani mattina, fino al 25% in più su ogni servizio che hai nel tuo listino, e mi sento di aggiungere che nessun altro tuo fornitore, non per colpa sua, è alla all’altezza dei consigli che puoi trovare attraverso Parrucchiere Vincente, per come è stato concepito e per come è stato pensato, di conseguenza se vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le più importanti tecniche per diminuire i tuoi sforzi e raddoppiare l’efficacia del tuo Salone d’Acconciatura, compila il modulo di iscrizione nel box a fianco in alto a destra o visitando questa pagina, ed entrerai in contatto direttamente con me in persona, felice di approfondire con te la tua situazione.

Ti ricordo che l’iscrizione è completamente gratuita.

Per oggi abbiamo terminato.

Alla prossima….

Angelo

PS: “In futuro Valuta i prodotti che sceglierai e con essi anche la competenza di chi te li propone, cercando di capire se oltre ad averteli venduti sarà in grado anche di darti soluzioni!”

18 pensieri su “COME RICONOSCERE ED ELIMINARE I 5 ERRORI PIU’ DIFFUSI NEL LISTINO PREZZI DEL TUO SALONE D’ACCONCIATURA

  1. alessio

    0,48 centesimi di euro per una piega? Nel mio negozio costa 20, quindi se le cose stanno come dici sara meglio correre ai ripari. Aumentando i prezzi secondo me rischio di perdere molte clienti, perche’ la gente comunque non fa altro che lamentarsi che di soldi da spendere non ne ha!! Per il prossimo anno provo a rivedere tutto.
    Quello che hai scritto e i consigli che hai dato sono molto interessanti anche se fare tutti questi conti mi fara uscire di testa. Ci provo, grazie come sempre, continua cosi!!!

    Rispondi
    1. Angelo Autore articolo

      Ciao Alessio, grazie a te. Questa è la realtà.
      Non sono d’accordo quando dici che se aumenti i prezzi perdi i clienti,
      a patto di non ignorare le 3 caratteristiche dei Saloni d’Acconciatura che funzionano.
      Ma prima devi cominciare a lavorarci sopra.
      Ti allego il link alla risorsa. La trovi qui.

    1. Angelo Autore articolo

      NO,
      quello che mi stai chiedendo è una consulenza gratuita personalizzata.
      Ti consiglio di rileggere molto lentamente l’articolo, parola per parola, molto lentamente,
      e applicare il tutto ad ogni singola voce della tua carta dei servizi/listino.

  2. Pingback: COME RIEMPIRE IL TUO SALONE D'ACCONCIATURA DURANTE LA SETTIMANA, CON QUESTO TRUCCO. |il blog di Angelo Salso

  3. Francesca New Style

    Ottimo articolo pieno di spunti e consigli interessanti. Prevedo un fine settimana sull’applicazione pratica di quanto appena letto.
    Stampo al volo l’articolo e comincio a lavorarci sopra perché questo me lo ero perso.
    Ti consiglio a tutti, sei unico!!

    Rispondi
  4. Acconciature Enrico Verona

    Anche a me era sfuggito. Ottimi contenuti e davvero molto chiari, dal momento che anch’io devo modificare i miei servizi e il mio listino. Sei sempre fonte di ottime informazioni difficili da trovare altrove pur lavorando in Salone con marchi multinazionali che certe cose non te le insegnano nemmeno sotto tortura. Complimenti Angelo e continua così.
    Saluti Enrico, Verona.

    Rispondi
    1. Angelo Autore articolo

      Ciao Enrico, effettivamente…
      è normale sentirsi alle volte incompleti, nonostante tu abbia fatto un numero elevato di corsi. Spesso si paga tanto per ricevere dalla maggior parte delle aziende una formazione tecnico stilistica che si rivela spesso e solo come un grande spettacolo teatrale che non ti farà mai crescere: tagli assurdi e colori improbabili pensati solo per stupire, ma difficili da riproporre in Salone. Invece al contrario oggi il segreto è formarsi per riuscire a sviluppare un business rivendita servizi/prodotti elevato alzando il livello della gestione aziendale.
      A margine aggiungerei: difficili da trovare in giro ammesso che certi personaggi non copino spudoratamente, ma questa è un’altra storia.
      Attraverso questo blog hai l’occasione di impossessarti finalmente delle preziosissime conoscenze che ti mancano per portare il tuo salone al prossimo livello, per farlo prosperare oltre ogni tua più sfrenata immaginazione, evitando tutta quella serie di errori che ne compromette lo sviluppo.
      A presto e grazie!

  5. Alessandro

    Bellissimo e interesante quando spieghi il sistema in 4 passi. Vale la pena farci una riflessione. Comunque anche gli altri articoli del tuo blog sono ottimi e di un’altro pianeta. Ho anche appena acquistato il tuo manuale, il secondo e sono senza parole. Altamente consigliato!
    Saluti, Ale

    Rispondi
    1. Angelo Autore articolo

      Si anch’io penso che valga la pena lavorarci sopra.
      Grazie e complimenti per tutto, rimango sempre disponibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *