NEL 2016 ESSERE UN PARRUCCHIERE SARA’ DECISIVO, E CHI SI MUOVERÀ CON LE IDEE CHIARE PORTERA’ A CASA TUTTO QUELLO CHE GLI ALTRI LASCERANNO SUL PIATTO

nel 2016 essere un parrucchiere sarà decisivo, per portatesi a casa tutto quello che gli altri lasceranno sul piattoOggi è il 31 Dicembre 2015. Mentre scrivo quest’articolo, sono nella mia casa di campagna alle porte di Modena, le scuole sono chiuse, e sono con i miei figli, intento a montare una libreria dell’IKEA. Quando finisco con la libreria (spero presto) ho una lista di commissioni che mi faranno correre tutto il giorno… Non so se anche tu dedichi la mattina del 31 alle brugole IKEA, ma sono quasi certo che anche la tua sarà una giornata piena di impegni nel tuo Salone d’Acconciatura.

Dedicarmi al bricolage mi serve per riordinare le idee, i miei pensieri, che condivido con i Parrucchieri che mi seguono, interessati a trovare risorse utili ad avvicinare nuovi clienti e fidelizzare quelli esistenti.

Quello che stai leggendo sono una serie di riflessioni che ho raccolto, di ciò che ho messo giù nel tempo, e sono convinto che sia utile per te da leggere, per riordinare le idee e ripartire con il piede giusto e con nuovi progetti nel 2016.

Molti Parrucchieri, con i loro Saloni d’Acconciatura, sono in difficoltà con i propri risultati economici. La maggioranza dei Parrucchieri in Italia lavora come se fosse un “dipendente” dell’azienda di prodotti che sceglie, cioè al netto delle capacità tecnico/stilistiche, pensa basti avere un prodotto di qualità, al giusto prezzo, avere qualche ragazzo dello staff particolarmente bravo nel proporlo, fare qualche corso di taglio/colore, e ricevere in cambio, dalla sedicente azienda di turno, la promessa di andare in giro a fare qualche pedana, qualche lancio moda aggratiss, e farsi conoscere in qualche fiera di settore, con il miraggio di avere il Salone d’Acconciatura sempre pieno di clienti che ne parleranno, e il resto “verrà da se”…..

…ma stavo riflettendo sul fatto che nel 2016, non funziona più così!

Il Salone d’Acconciatura “tirato a lucido”, l’essere giustamente aggiornato su tutte le ultime tecniche e tendenze moda, la preparazione maniacale tecnico/stilistica, la conoscenza, e la preparazione approfondita su tutti i prodotti utilizzati che usi e che vendi, è una condizione necessaria, ma non è sufficiente per ottenere i risultati che realmente ti meriti.

Ogni Parrucchiere titolare di Salone, deve mangiare con ciò che fattura, e deve essere sopratutto un’esperto nel creare un “sistema”, almeno semi automatico, che produca un flusso costante di nuovi potenziali clienti possibilmente in target.

Se vuoi approfondire clicca qui.

Molti Saloni d’Acconciatura hanno il problema che non riescono a vendere uno spillo, al di là delle richieste spontanee che ricevono dai propri clienti.

Ma hai mai pensato a farti concorrenza da solo con la vendita on line? Per spiegarmi meglio, molti Parrucchieri hanno il problema che le persone si recano dal vivo a farsi fare i capelli, si fanno fare una bella consulenza gratuita e poi vanno ad acquistare on line, o al supermercato, shampoo specifici o tinte per capelli fai da te, lozioni, magari anche della stessa marca che usi tu, ma che poi, se vai a guardare, tutti la possono trovare anche in qualsiasi supermercato.

Alla faccia dell’esclusività!

Perché invece on line non trovano il TUO e-commerce che vende il medesimo prodotto a un prezzo più conveniente, considerando che hai già scontato i costi con l’attività fisica del tuo Salone d’Acconciatura principale? Tanto, o trovano te o trovano qualcun altro. Non è meglio se trovano te e comprano da te? Poi prepari una bella letterina di presentazione, scritta per benino, la metti nella buchetta delle lettere agli abitanti della tua zona, con due righe scritte a modo, per far conoscere il nuovo negozio on line?

Non ci vuole molto e può salvarti dalla chiusura.

BENVENUTO NEL FUTURO

Il 99% dei Parrucchieri Italiani presenta a freddo i suoi prodotti e suoi servizi ai clienti, dopo aver “strappato” un’appuntamento, troppo spesso spontaneo.

Squilla il telefono:

“buongiorno sono la Sig. Maria ha tempo per una piega?”

Tu: “certo va bene alle 15?”.

Fai la piega e nella maggioranza dei casi, finisce tutto li! Ad ogni tuo tentativo di provare ad aggiungere la vendita di un prodotto o un servizio o un’appuntamento successivo, la risposta che ti sentirai dire è:

“ci penso, adesso non è il momento”.

Questo equivale a pensare di poter vincere la guerra contro le mitragliatici dei concorrenti e le bombe del mercato in contrazione, con un singolo colpo di pistola.

Essere passivi è pericoloso e indicatore di un Parrucchiere senza un minimo di strategia che non sia:

  • “mi richiamerà lei”
  • “ritornerà perché le mie acconciature parlano da sole e sono un biglietto da visita”
  • “il mio rappresentante mi ha assicurato che i suoi prodotti si vendono da soli, e quindi andrà così”

Devi invece crearti un sistema di pre e post appuntamento automatizzato. Ti serve un tuo sito web proprietario, con un’ autoresponder nel quale caricare una sequenza di email da spedire prima dell’incontro in Salone con il cliente, e X email da inviare dopo.

Le email devono contenere in ordine:

  • le tue differenze rispetto agli altri Parrucchieri
  • i tuoi casi di successo
  • testimonianze dei clienti soddisfatti
  • perchè essere tuo cliente è la soluzione, rispetto a farlo con la concorrenza
  • spunti pratici sui risultati ottenibili applicando il tuo prodotto/servizio

Nel caso tu non riesca a convincere al 110% il tuo cliente, devi avere un sistema automatico che continui a tenere caldo il cliente mentre magari parla con la sua amica al bar sotto casa.

Devi dare al cliente più di una ragione per preferirti, sia prima che dopo l’appuntamento.

Continua a sperare che la gente entri nel tuo Salone d’Acconciatura per caso o per il passaparola per come lo conosci tu, o continua ad aspettare che il tuo telefono squilli, come strumento di marketing, e andrai dritto dritto a far pelle di tamburo.

Datti da fare, crea sistemi prima e dopo la vendita, ammodernati, svecchiati, aggiornati, tieni duro e non arrenderti mai, e i segreti del successo saranno ai tuoi piedi.

NON ASPETTARE CHE QUALCUNO ENTRI PER CASO NEL TUO SALONE D’ACCONCIATURA, O CHE QUALCUNO PARLI BENE DI TE. MAI!

Se hai aperto da poco il tuo Salone d’Acconciatura, magari la tua specializzazione principale è trattare i capelli fini, invece che perdere tempo ad aspettare che qualcuno si decida a parlare bene di te, dovresti partire studiando come si fa a scrivere, o meglio le tecniche dello scrivere per vendere.

Impara a trovare il tuo target specifico di clientela, scrivigli una bella lettera specificatamente indirizzata a lei, che contenga un messaggio irresistibile che la invogli a saperne di più su di te. Offrigli informazioni che per lei possano essere preziose in cambio della possibilità di avere un suo contatto email, o un suo recapito diretto. Fornisci a chi risponde un report on line o fisico pieno di info utili per lei e che ti renda la sua scelta obbligata e invitala all’azione, contattandoti.

Quando ti deciderai a cominciare a scrivere quello che racconteresti di te alle tue clienti come faresti a voce dal vivo, sul perché dovrebbero preferirti, sulle cose che sai fare, sarai in grado di creare dei report con dei titoli che invoglieranno le persone a contattarti e a lasciarti i loro dati personali per riceverlo.

Ti do una mano rapida che ti possa far capire il concetto.

  • “Hai capelli piatti e pesanti? Non ti senti per niente attraente? Vorresti i tuoi capelli con più  volume e leggerezza? 5 trucchi per prenderti cura dei capelli fini. Segui questi accorgimenti per migliorare la loro salute!”……..e poi apri il Report raccontando che i capelli fini non sopportano trattamenti decoloranti, tinture, permanenti frequenti, e che per questo è meglio optare per acconciature semplici e naturali e per tagli non troppo lunghi per non perdere il volume, elemento importante che invece va dato alla radice, e che se invece la cliente vuole portare i capelli lunghi bisognerebbe puntare su un taglio scalato, con la riga di lato, prediligendo prodotti delicati e balsami leggeri che non appesantiscano le lunghezze, e via di questo passo…ok? Hai afferrato il concetto? Comincia a mettere per iscritto le tue competenze!

Mentre fai le diagnosi alle tue clienti “calde” in Salone, crea un sistema per delegare attività di ricerca e preparazione dei nuovi materiali, ad esempio la stampa del tuo nuovo listino prezzi/carta dei servizi, o scheda cliente, che possono essere eseguite per pochi euro all’ora. Magari chiedi a chi ha una figlia appena diplomata/laureata. Con pochi Voucher per prestazioni occasionali avrai un lavoro quasi professionale, in modo da concentrarti solo sulle attività che ti fanno guadagnare di più. Inizia così.

Per ogni Parrucchiere Professionista che si rispetti, è assolutamente fondamentale avere tempo e attenzione per le cose che contano davvero, possibilmente senza perdere la tua libertà personale! In particolare crea un sistema per:

Incassa i soldini e riparti da capo perfezionando target e comunicazione.

Non aspettare che il cliente entri nel tuo Salone d’Acconciatura per caso o perché qualcuno si è ricordato di parlare bene di te. MAI! Non dico che questi metodi non funzionino in assoluto, ma se non te ne sei accorta tra poche ore siamo nel 2016!

DA DOVE COMINCIARE PER NON ESSERE PIU’ UN PARRUCCHIERE INSODDISFATTO

Ti ho già detto poco fa che invece di aspettare che qualche sconosciuta entri per caso, spontaneamente nel tuo Salone d’Acconciatura, o che parli bene di te a qualche amica, magari nemmeno veramente interessata a te e al tuo Salone, devi cominciare a scrivere per vendere, e fin qui ci siamo.

Diciamo che finalmente sei entrata quindi in contatto con clienti potenziali, interessati al tuo Salone d’Acconciatura e ai tuoi prodotti/servizi, quindi qualificati, che ti vogliono incontrare.

Cosa dovresti fare ora?

Come prima cosa dovresti cominciare a porti una serie di domande del tipo:

  • Cosa posso fare per sintonizzarmi sui suoi problemi più gravi? (relativamente ai suoi capelli)
  • Cosa non fa dormire la notte il mio cliente? (riguardo allo stato della sua cute, dei suoi capelli e del suo aspetto)
  • Cosa gli causa un forte mal di pancia?
  • Cosa posso offrirgli io che gli altri Parrucchieri non offrono?
  • Cosa posso fare io di diverso per la sua situazione che gli altri Saloni d’Acconciatura non possono?

Una volta trovata una risposta a queste domande, devi concentrarti nel creare una griglia di domande che ti permetteranno di scoprire queste cose nello specifico, quando parli con la cliente in sede di diagnosi.

Quindi possibilmente evita di parlare degli articoli di Novella 2000.

Quando sei con la tua cliente, metti da parte il tuo “estro creativo”, ok?, e lavora a partire da una griglia di domande definite e scritte.

Se non sei abituata a lavorare da Parrucchiere Professionista con una griglia di domande scritte, è un problema, e no, non me ne frega una mazza di quello che pensi e della tua vena artistica, perché altrimenti rischi di andare a caso ogni volta.

Interagisci in maniera naturale con il cliente, ascoltalo attentamente.

Sarai in grado in questo modo di creare un rapporto simile a quello tra un paziente e il suo medico, ottenendo un rapporto di attenzione e fiducia molto forte, che guarda caso è anche una caratteristica tipica del tuo mestiere di parrucchiere, perché pochissime professioni consentono di poter toccare fisicamente i propri clienti.

Devi dialogare liberamente con il cliente e non fare solo domande ovviamente, e ad un certo punto sarai in grado di essere sciolto e chiedere tranquillamente:

“Quindi se ho inteso bene, questo è un problema sul quale vorrebbe capire se posso darle una mano?”

Quindi ricapitolando questi sono i due punti dai quali devi partire:

  • Scrivere per vendere, invece che aspettare che qualche sconosciuto entri dalla porta del tuo Salone d’Acconciatura per caso
  • Scriverti una lista di domande precise per individuare i problemi/desideri del cliente

…invece che dire davanti allo specchio:

“Cosa facciamo oggi? taglio e piega? Gli tagliamo come l’ultima volta?”

o peggio, tentare di convincere a comprare il tuo dannato prodotto o servizio a freddo li e subito!

Fai questo, fallo bene, e sarai in brevissimo tempo il miglior Parrucchiere della tua città, non ho dubbi al riguardo.

PERCHE’ LE AZIENDE COSMETICHE SVANISCONO NEL NULLA E I PARRUCCHIERI CHIUDONO

I clienti potenziali sono il cuore di ogni Parrucchiere e di ogni azienda cosmetica di successo. Se ti sfugge cosa sia un cliente potenziale rileggi di nuovo attentamente questo articolo.

Quindi, se non hai e non vuoi creare un sistema costante di acquisizione clienti potenziali e qualificati, non puoi controllare il tuo destino di Parrucchiere.

Sarai condannato a soffrire di alti e bassi, ansie, crisi, dermatiti, paure, e il tuo Salone d’Acconciatura andrà in crisi, o i tuoi risultati miglioreranno solo leggermente, seguendo l’andamento del mercato, o i colpi di culo, finché rimarrai in attività. Nell’ 80% dei casi la tua carriera di Parrucchiere, ma mi riferisco anche alle aziende cosmetiche alle quali ti rivolgi, non supererà il terzo anno di attività e anche se fosse, ci sono buone probabilità che non soffierai le candeline sulla torta del decimo compleanno.

Se ci riuscirai sarà solo perché sei un Parrucchiere molto in gamba, aggiornato, curioso, ma l’unica tua sicurezza sarà di lavorare sempre più ore al giorno, solo per guadagnare la stessa cifra di prima.

E’ una strada che se ti va bene ti porterà verso ansia, stress e problemi di salute.

I tuoi guadagni cresceranno e crolleranno, in una serie interminabile di alti e bassi perché sei disorganizzato e discontinuo. Le aziende e i venditori che ti vogliono solamente vendere i prodotti (senza insegnarti come venderli), saltano perché non hanno un vero e proprio sistema di acquisizione clienti e sono “prodottocentrici” e i venditori a loro volta, perché è faticoso seguire gli ordini di aziende o capo area che li mettono in mezzo a una strada a bussare a qualunque parrucchiere trovino in giro.

Non far saltare il tuo Salone d’Acconciatura perché hai sempre fatto così, perché tanto ha sempre funzionato, ne fatti prendere più in giro da mille venditori e aziende di turno.

Ricorda che ogni Salone d’Acconciatura di successo, nasce da un sistema per creare un flusso costante di potenziali clienti di qualità.

2 MOTIVI PER CUI PERDI CLIENTI, O NONOSTANTE TU NE ABBIA, NON GUADAGNI MAI ABBASTANZA E DEVI PAGARE SOLO TASSE

La maggioranza dei Saloni d’Acconciatura Italiani è in difficoltà perché offre ai clienti potenziali:

  • una sola ragione di comprare
  • un solo modo di comprare

La maggioranza dei Saloni d’Acconciatura permette ai clienti di comprare i servizi/prodotti in un modo poco efficace. Alcuni non permettono ai clienti nemmeno di sapere che esistono.

Nessun marketing, né nessun tipo di comunicazione, e visto che ci sono sempre stati e magari sono stati i primi Acconciatori aperti nella loro città o piccolo paese, sono abituati ad avere gli appuntamenti solo dai clienti storici e col passaparola.

Se qualche concorrente gli apre di fianco e i clienti diminuiscono dicono che “c’è la crisi”

L’altro problema, è che i Saloni d’Acconciatura forniscono una sola ragione di venire a curare la bellezza dei loro capelli o per comprare un prodotto. Quella ragione, in più, deve comprendere il fatto che il cliente potenziale sia pronto, o quasi pronto, per comprare subito.

Quindi nella testa del Parrucchiere medio, il suo Salone d’Acconciatura dovrebbe crescere affidandosi al fatto che una cliente per la quale sei mediamente sconosciuto, entri nel  Salone e contemporaneamente sia anche bella pronta per comprare o per spendere 150 euro in trattamenti.

Praticamente la realtà e che ci sono un sacco di clienti la fuori che vorrebbero comprare i tuoi prodotti e i tuoi servizi, ma:

  • non solo non sanno che esisti, dove sei e come lavori

ma sopratutto:

  • non sono in grado di acquistare da te nei tempi e nei modi che tu gli proponi.

Ma voglio tranquillizzarti, perché oggi magari NON sono pronti a farsi fare qualcosa più che un taglio di capelli o di acquistare uno shampoo, ma nel prossimo mese, tre mesi, o sei mesi saranno pronti per comprare.

Il tuo lavoro come Parrucchiere, a parte quello di tenerti ben alla larga dai venditori e aziende che sono focalizzate solo sulla bellezza e sulla bontà dei loro prodotti, visto che si vendono da soli e ti faranno diventare ricca, (ma di miracoli nel tuo conto in banca ancora non né hai visti), è di catturare l’attenzione di tutti quei clienti che sarebbero interessati al tuo modo di lavorare, alle tue competenze, ma che non sono pronti, per svariati motivi, ad usufruirne oggi. Anche se lo faranno in futuro, se coltivati nel giusto modo.

Alcuni perché ti hanno conosciuto da poco e devono ancora prendersi un po’ di tempo, prima di sentire che si possono fidare, alcuni perché semplicemente non è il momento giusto.

Prima di lamentarti che c’è crisi e del governo ladro, verifica se tu, come Parrucchiere offri ai tuoi clienti un solo modo di comprare o di entrare in contatto con te, unito all’unica possibilità di farlo, quando cioè sono pronti o quasi pronti, per comprare un taglio, un colore, o fosse anche un semplice shampoo.

Questo non ti porterà al successo che ti meriti, questo è un modo difficile di usare il tuo talento.

Offri più modi ai tuoi clienti di trovarti, di sapere cosa fai e come lo fai, e sopratutto di rimanere in contatto con te fino al momento giusto, nel quale si presenterà l’occasione di provare un servizio, o una serie di servizi specifici e magari acquistare da te anche quel dannato trattamento domiciliare, che secondo il tuo rappresentante si sarebbe dovuto vendere da solo!

Se sei interessato ad approfondire l’argomento, nel tuo stesso interesse, ti invito ad iscriverti alla Newsletter, visitando questa pagina.

Alla prossima e buon 2016!

Angelo

PS: “In futuro Valuta i prodotti che sceglierai e con essi anche la competenza di chi te li propone, cercando di capire se oltre ad averteli venduti sarà in grado anche di darti soluzioni!”

10 pensieri su “NEL 2016 ESSERE UN PARRUCCHIERE SARA’ DECISIVO, E CHI SI MUOVERÀ CON LE IDEE CHIARE PORTERA’ A CASA TUTTO QUELLO CHE GLI ALTRI LASCERANNO SUL PIATTO

  1. Vito

    Sono molto contento di questo articolo, perche ho trovato uno che la pensa uguale a me. Ho imparato a mie spese che oggi come oggi e’ inutile sforzarsi di essere il piu bravo di tutti se non ci mettiamo del nostro per attirare clienti. Quello che ho letto e molto interessante, grazie mille!!

    Rispondi
    1. Angelo Autore articolo

      Se non possediamo un sistema per generare clienti,
      e non possediamo un sistema per fidelizzare quelli esistenti,
      le speranze che ha un Salone d’Acconciatura di sopravvivere
      sono prossime allo zero, anche se tecnicamente sei il
      più bravo di tutti.
      Grazie a te per aver commentato.
      Dacci dentro!

  2. roberta

    Salve, ho letto con attenzione tutto il suo sito, e anch’io le faccio i miei complimenti per tutte le informaziini che mette a disposizione. Sarebbe possibile avere un suo contatto diretto per fare due chiacchere sui prodotti e sui servizi che vende?
    Sarei molto interessata a conoscerla meglio, per farle qualche domanda, grazie, se avra la cortesia di rispondermi, gazie.

    Rispondi
    1. Angelo Autore articolo

      Certamente Roberta,
      verrai ricontattata in tempi brevissimi.
      Grazie per la tua attenzione.

  3. MAURIZIO

    Ciao Angelo,
    Se devo dire la verità,essere incappato nel tuo blog:”Parrucchiere Vincente” per caso, mi ha ridato lo slancio necessario per affrontare problemi in sospeso che avevo con il salone..
    Certo la strada è lunga ed in salita e a volte ne esco con certi mal di testa, ma adesso sento di potercela fare, e la cosa più importante per me, è che comunque sono determinato ad accettare le sfide che ho davanti.
    Ho trovato nel tuo blog alcuni dettagli che seppur semplici,sono stati di ispirazione ed illuminanti.
    Sono appena all’inizio, ma credo di avere ancora molte occasioni in cui mi sarai di aiuto.
    Grazie
    Maurizio

    Rispondi
    1. Angelo Autore articolo

      Grande Maurizio,
      comincia ad applicare quello che leggi, e già solo con quello vedrai che risultati arriveranno.
      Grazie!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *