PERCHE’ INSERIRE IL “PILOTA AUTOMATICO” NEL TUO SALONE D’ACCONCIATURA, POTREBBE ESSERE UN PROBLEMA

perchè inserire il pilota automatico al tuo salone d'acconciatura potrebbe diventare un problemaCome ogni titolare, nel tuo Salone d’Acconciatura, hai delle aspettative sui risultati che hai immaginato di ottenere. Desideri mantenere un buon tasso di produttività, offrendo allo stesso tempo uno straordinario servizio clienti. Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime tecniche di colorazione,  taglio, decolorazione, ed essere sempre al passo sulle prossime tendenze moda, per ispirarti ed ispirare tutto lo staff che collabora con te, per fare sempre un passo in avanti, verso i tuoi clienti. Vuoi una prevedibile crescita dei ricavi, avere dei costi gestibili, il controllo sulle spese, una riserva di liquidità e un’utile netto di tutto rispetto. Ma sopratutto vuoi godere di essere il proprietario del tuo Salone d’Acconciatura, e non essere uno “stressato”, che continua a risolvere i problemi che ti creano i tuoi dipendenti e i tuoi clienti che lottano per pagare le bollette. Sei fermamente convinto nella tua testa, che basti avere quelli che pensi siano i prodotti migliori per farti avere il Salone pieno e i clienti contenti, salvo poi scoprire “lo strano caso della tintura che fa perdere i capelli”

La differenza tra realizzare le tue aspettative di performance e di essere “stressato”, lottando tutti i giorni, è l’attenzione che dai alle funzioni operative del tuo Salone d’Acconciatura. Significa trovare l’impostazione ottimale che consente di ottenere le prestazioni desiderate.

Pensati alla guida del tuo Salone d’Acconciatura come se fossi il pilota alla guida di un Boeing 747.

Ci sono molteplici schermate di dati, valvole a farfalla, controlli dell’assetto del volo, manopole, interruttori, leve e calibri. Ogni cosa deve essere impostata nel modo giusto, durante il decollo, mentre raggiungi l’altitudine impostata per mantenere la velocità di crociera, e infine durante l’atterraggio.

Tuttavia, come nel mondo del tuo Salone d’Acconciatura, ci sono variabili, come la velocità e la direzione del vento, la temperatura, il peso dei passeggeri, bagagli, merci, carburanti ed altro, che richiedono una serie di impostazioni da prevedere in relazione alle condizioni attuali e future.

perchè inserire il pilota automatico al tuo salone d'acconciatura potrebbe essere un problema2

Sei pronto a volare ad alta quota nei cieli azzurri del successo e dei risultati positivi?

L’equipaggio di Parrucchiere Vincente è lieto di averti a bordo, del Queen of the Skies, dunque allacciati le cinture. Il comandante ti augura buon volo!

 

NELL’ARTICOLO DI OGGI TROVI 6 STRATEGIE PER AIUTARE IL TUO SALONE D’ACCONCIATURA A OTTENERE PRESTAZIONI OTTIMALI:

  • Nessun pilota automatico per il tuo Salone d’Acconciatura: l’unica funzione che un Boeing 747 ha, che il tuo Salone d’Acconciatura non avrà mai, è il pilota automatico. Non ci sarà mai un’interruttore da impostare e dimenticare nel tuo Salone. Eppure sempre più Parrucchieri si mettono nei guai perché non stavano prestando attenzione alle letture dei messaggi, nei loro pannelli di controllo. Un Salone con il pilota automatico è l’equivalente di stendere un bel tappeto rosso di benvenuto ad una crisi di liquidità, problemi di qualità del servizio clienti, e bassa produttività, favorendo un continuo turnover del personale. Suona più o meno sempre nella stessa maniera: “ma come ho fatto a non accorgermi che questo casino stava per arrivare?” Bene! è successo perché tu, il leader, hai smesso di dare attenzione al pannello di controllo del tuo Salone. Negli affari, non ci vuole molto per volare dritti dritti verso la crisi. Quindi….smetti di fingere che il tuo Salone abbia un pilota automatico, e che possa sempre prosperare di rendita. Non è così! Fai il primo passo e clicca qui.
  • Nessuna licenza di pilota, se non sai come volare: chiunque può avviare un Salone d’Acconciatura. Non tutti possono condurre e far crescere un Salone. Come passeggero di un volo commerciale, la mia aspettativa è che il pilota o il copilota siano pienamente qualificati per volare. Al contrario, anche molti Parrucchieri, non hanno le competenze di leadership, non hanno i soldi per guidare un Salone. Ecco perché 3 Saloni su 5 chiudono entro i primi 3 anni. Nessuno vorrebbe volare se 3 voli su 5 si sono schiantati. Il Parrucchiere, all’interno del proprio Salone dovrebbe conoscere la funzionalità di ogni interruttore, quadrante e leva sul pannello dl controllo del proprio Salone. Meno conosci come funziona il tuo pannello di controllo, più sarai esposto e vulnerabile a sperimentare brutti affari.
  • Non avere paura di sbagliare: ricorda che come Parrucchiere, titolare di Salone, la tua responsabilità principale è quella di mantenere il pannello di controllo del tuo Salone, sotto controllo! Nei miei tanti anni di attività a contatto con i Parrucchieri, l’errore più comune che vedo compiere è quello di occuparsi solo di alcune aree specifiche del Salone, pressoché aree tecnico stilistiche, evitando le aree di marketing, comunicazione e vendita, cioè quelle aree che nessuna azienda e tanto meno nessun venditore si è mai preso la briga di insegnarti, o te lo hanno insegnato male, che ti confondono le idee e ti fanno paura. Il motivo che ripeti nella tua testa suona sempre nel solito modo: “Hey, Angelo: ho provato qualche volta a fare marketing esponendo in bella vista l’espositore da banco con la foto di una modella dai capelli stupendi che mi ha dato in omaggio il mio rappresentante in cambio di un’ordine da ben 500 euro, ma non è servito a niente, i prodotti sono ancora li, e il mio rappresentate è pure sparito!” “Queste cose non funzionano con i miei clienti, e poi il mio Salone è molto particolare!” Permettimi di dirti che stai confondendo le cose! Ci sono alcune impostazioni del pannello di controllo che rappresentano quelle “decisioni difficili”, che ogni Parrucchiere deve fare quando le situazioni lo richiedano. Rimandare per paura e incertezza di solito si traduce in dover apportare modifiche molto più grandi e più drastiche in futuro. In quasi tutti i casi per migliorare la realtà attuale del tuo Salone, per avere più clienti e aumentare i margini di profitto basterebbe mettere in pratica alcuni accorgimenti da “3 elementare”. Ci sarebbe in questo modo, meno di un motivo, per apportare modifiche drastiche, e quindi meno stress per regolare le impostazioni del tuo Boeing 747 e portare il tuo Salone alto nel cielo del successo.
  • Devi avere un piano di volo: un Salone d’Acconciatura in crescita è basato sulla pianificazione e la definizione degli obiettivi. Ogni aspetto del tuo Salone e ogni successo che raggiungerai richiede impostazioni diverse nel tuo pannello di controllo. Il pannello di controllo del tuo Salone è pronto per affrontare l’assunzione, la formazione, e lo sviluppo di nuovo personale? E’ sotto controllo per soddisfare le esigenze di un nuovo lancio di un prodotto o servizio? E’ in ordine per raggiungere gli obiettivi di oggi, al fine di raggiungere gli obiettivi di domani? Soddisfa gli obiettivi di produttività e fidelizzazione dei tuoi clienti? Riesci a gestire le spese e a creare profitto? Ogni aspetto che serva al tuo Salone per ottenere i tuoi obiettivi di crescita, non impone solo le impostazioni consigliate sul pannello di controllo, non basta! Devi ricordare che tali impostazioni vanno inesorabilmente ottimizzate e messe a punto tutti i giorni, e lo impari cliccando qui.
  • Il tuo piano di battaglia giornaliero: quando alzi la serranda al mattino, dai un’occhiata ai tuoi obiettivi. Il tuo Salone d’Acconciatura è pronto per affrontare la realtà? Se un cliente ti chiama e disdice l’appuntamento spesso sei in grado di educarlo nella maniera corretta per fare in modo che la prossima volta sia puntuale, e riempire quell’ora buca? Se un tuo dipendente si licenzia all’improvviso sei in grado di rimpiazzarlo altrettanto velocemente? Un tubo dell’acqua rotto, attrezzature rotte, un’interruzione di corrente e una miriade di altre interruzioni impreviste richiedono di modificare costantemente il tuo pannello di controllo. Ci sono costantemente imprevisti al lavoro, che interferiscono con i tuoi piani e i tuoi obiettivi. Il tuo Salone è una pratica commerciale, non negoziabile. Non fare tutti i giorni il check-in è come schiacciare il bottone del pilota automatico immaginario! Mai commettere l’errore di pilotare un Boeing 747 senza avere la licenza di pilota!

Oggi, l’intento di questa analogia tra il tuo Salone e il pannello di controllo di un Boeing 747 è quello di stabilire una correlazione tra il tuo ruolo di Parrucchiere leader e la necessità quotidiana di adeguare i sistemi, gli eventi, i processi, le strategie, le finanze, il flusso di informazioni, risorse e una miriade di altre discipline per avere la possibilità di raggiungere le tue aspettative di performance.

Pertanto ogni secondo che ti distogli dal pannello di controllo del tuo Salone d’Acconciatura il volo verso il tuo successo cessa, e i risultati sono lasciati al caso. E’ la stessa identica ragione per cui l’uso di cellulari e smartphone sono vietati durante la guida. Quella frazione di secondo in cui la tua attenzione si sposta dalla strada al telefono può essere mortale!

Non permettere mai che il tuo Salone d’Acconciatura, la tua formazione e la voglia di studiare cose nuove venga meno nel tuo percorso di crescita.

Nessun compromesso!

….e se ti va, come al solito ti aspetto nei commenti!

Angelo

PS: “In futuro Valuta i prodotti che sceglierai e con essi anche la competenza di chi te li propone, cercando di capire se oltre ad averteli venduti sarà in grado anche di darti soluzioni!”

 

8 pensieri su “PERCHE’ INSERIRE IL “PILOTA AUTOMATICO” NEL TUO SALONE D’ACCONCIATURA, POTREBBE ESSERE UN PROBLEMA

  1. francesco

    Completamente d’accordo, poi non lamentiamoci se non siamo organizzati e facciamo aspettare le clienti delle ore….rischiando di perderle.
    Grande Angelo

    Rispondi
  2. clara

    Verissimo quello che leggo, mi succede spesso di incasinarmi con le mie stesse mani. Mi sembra sempre di avere tutto sotto controllo, e all’improvviso succede qualcosa di imprevisto. L’altro giorno, per esempio una delle mie collaboratrici storiche mi ha piantato in asso, nel bel mezzo di una giornata di lavoro, senza un’apparente motivo valido. Ho sempre fatto il possibile per farla sentire al meglio e serena, e se ne andata! Ci sto ancora male.
    In queti casi come mi consiglieresti i muovermi per fare in modo che non succeda piu?
    Grazie e complimenti per gli spunti utili che scrivi.
    Saluti Clara.

    Rispondi
    1. Angelo Autore articolo

      Grazie a te per esserti presa del tempo per leggere, commentare e farmi la domanda.
      Provo a risponderti in maniera sintetica, anche a beneficio di tutti gli altri lettori che si sono trovati nella tua stessa situazione.
      Di base i motivi sono sempre i soliti, semplici e lo dico a ragion veduta, dato che sono errori che vedo compiere tutti i giorni.
      Brevemente….se sei tu a dover motivare continuamente il tuo personale, facendo il possibile per farlo sentire al meglio e sereno, questo non sarà mai autonomo: aspetterà sempre qualcuno di esterno da cui prendere le motivazioni. Non appena smetterai di farlo, smetteranno anche loro.
      Se sei tu a pensare che se il tuo personale non ottiene risultati, o se ne va e ti molla, la causa sei tu, sarai sempre tu a fare tutto il lavoro e ad impegnarti al posto loro. E’ quello che succede con i tuoi figli (se ne hai), che non imparano a rifarsi il letto alla mattina, perché tanto ci pensa la mamma. Se tutto all’interno del tuo Salone dipende da come stai tu di umore, vuol dire che hai delle persone dipendenti da te, e probabilmente “acerbe” professionalmente. Magari sono stati proprio alcuni cambiamenti che hai fatto ultimamente nel Salone, perché magari volevi raggiungere obiettivi diversi, migliori.
      E quando si fanno cose diverse si hanno sempre delle reazioni dalle persone attorno a te, che ti fanno capire a che livello di crescita sono.
      Se non ha reagito come ti saresti aspettata, almeno ti è servito per capire il suo livello di maturità professionale oggi.
      Il resto te l’ho spiegato nella email, in privato.
      Grazie.

  3. alessio

    Effettivamente mi potrebbe tornare utile fare delle procedure, possibilmente scritte, alle quali tutti dovrebbero attenersi. In qualche tuo articolo parlavi di prendere spunto da settori diversi dai nostri per vedere come funzionano le cose. Il paragone con un 747 magari e’ esagerato ma rende l’idea dato che quando dobbiamo prendere un volo affidiamo la nostra vita a chi pilota. E’una questione di fiducia . La stessa che dovremmo trasmettere ai nostri clienti, dato noi Parrucchieri facciamo parte di un settore nel quale anche il più picolo errore puo trasformare in negativo l’autostima di un cliente. Forse dovremmo trovare un’equilibrio tra le competenze tecniche e quelle di gestione pratica organizzativa del salone, anche perche oggi il mercato lo richiede. Sono d’accordo con quello che leggo e sono consapevole della necessità di dover cambiare delle cose per migliorare la mia qualità di vita e l’esperienza complessiva dei clienti che mi scelgono.
    Saluti Alessio Acconciature, Modena

    Rispondi
  4. francesca

    Buon giorno, Angelo, sono una Parrucchiera titolare di un negozio in lombardia, faccio questo mestiere da piu di 20 anni.
    Ho avuto modo di leggere il tuo sito, ma di cosa ti occupi esattamente? Perche vedo che sei di Modena,ma vorrei saperne ancora di piu….

    Rispondi
    1. Angelo Autore articolo

      Buon giorno Francesca, sono Venditore tutti i giorni nel settore della cosmetica da circa 13 anni.
      Ho avuto un mio Salone d’Acconciatura per circa 5.
      Con “Parrucchiere Vincente”, raddoppio l’efficacia del Salone, diminuendo gli sforzi del titolare e di tutto il suo staff, attraverso l’acquisizione di nuove competenze, necessarie per avere successo oggi, in un mercato in contrazione come quello attuale.
      Attraverso lo studio di tutti gli articoli presenti e futuri, anche chi non ha le doti naturali per essere un Parrucchiere commercialmente preparato potrà rimanere aggiornato. Queste considerazioni sono il frutto di una profonda conoscenza del settore, e sono comunque ciò che manda in tilt molti Parrucchieri, peggiorando la loro situazione e rimandando nel tempo un successo che potrebbe non arrivare mai.
      Questa è la mia specializzazione, e mi potrai contattare solo ed esclusivamente attraverso questo blog.
      Se lo vorrai potrai fare il primo passo leggendo questa pagina.
      Grazie per il tuo tempo e la tua domanda.
      A presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *