RICEVERE NEL MODO CORRETTO IL CLIENTE

ricevere nel modo corretto il clienteNel post di oggi analizziamo uno dei momenti più importanti della vita di un salone d’acconciatura che permetterà di capire meglio quello che facciamo e come ci comportiamo durante il ricevimento del cliente all’interno del nostro salone d’acconciatura. Anche da questo momento dipende, come naturale conseguenza, l’idea che la stessa si farà di te e del tuo staff.

Se per alcuni di voi il modo in cui  accogliete i clienti vi sembrerà naturale e scontato, oppure vi stiate chiedendo che cosa centri ricevere la signora Maria in un modo diverso da come avete sempre fatto, vi posso garantire che potrebbe fare una grossa differenza sul futuro della vostra attività.

Prima però è importante ricordare come la gestione e la soddisfazione del cliente nelle relazioni commerciali esista fin dai tempi dei mercanti Fenici. Essi giravano per mezzo mondo, alla ricerca di attrezzi da lavoro, preziose sete, monili,  rarissime spezie, pur di soddisfare i bisogni dei loro clienti. Nella cultura dei mercanti dell’antichità c’era rispetto e orientamento al cliente cosa che con il progredire  e l’evoluzione dei tempi si è andata perdendo, lasciando spazio ad approssimazioni e superficialità.

Non di rado ho l’occasione di notare come sia totalmente tralasciato o gestito con superficialità il momento in cui un cliente nuovo o abituale varca la soglia del nostro salone, facendo poca attenzione a piccoli particolari, per la fretta, e più in particolare per la mancanza di un sistema che possa differenziarci dai nostri concorrenti, permettendoci di fare un’enorme differenza agli occhi dei nostri futuri clienti.

Durante le prime fasi quindi dovremmo guardare sempre negli occhi l’altra persona,  sorridendo e aiutandola a riporre eventuali soprabiti negli appositi spazi, e con modi sicuri e professionali metterla in condizioni di comodità invitandola a sedersi, offrendogli qualcosa da bere e chiedendole in cosa possiamo essere utili oggi.

A questo punto accomodandoci a nostra volta accanto alla cliente è di fondamentale importanza ascoltare, non mi stancherò mai ripeterlo, ascoltare, quello che la cliente ci comunica, sia in modo verbale che non verbale. Questo passaggio ci aiuta a capire lo stato d’animo del nostro interlocutore in quel momento.

Ricordiamoci di capire attraverso l’osservazione e l’ascolto le abitudini della nostra cliente, anche al di fuori del nostro salone.

Osservare le cose che il cliente possiede, come si veste, come abbina i colori, che gioielli indossa, il tipo di borsetta, di scarpe, di telefono, di auto, insomma osservare  il tipo di persona che abbiamo davanti, per capire il suo punto di vista rispetto ai suoi criteri di acquisto.

Capire, facendo domande in modo educato ma diretto, come, rispetto ad una determinata richiesta, il cliente è abituato a risolvere eventuali problemi dopo la seduta dal parrucchiere, che prodotti usa cosa gli piace e cosa lo rende felice quando acquista qualcosa.

Queste informazioni sono di fondamentale importanza per capire in generale le abitudini di questa cliente, determinare la capacità di spesa e farà la differenza quando andremo a confezionare una proposta di un servizio/prodotto che dovrà essere tagliata su misura, anzi se saremo stati focalizzati sulle abitudini di acquisto della cliente, sarà, tagliata su misura….a quel punto irrinunciabile!

Quello che conta di più anzi l’unica cosa che conta di più sono le azioni che facciamo prima, lo ripeto prima, ad esempio di una diagnosi tecnica o di far accomodare la cliente al lavatesta. Non sottovalutate questo sistema di ricevere il cliente.

Ora andiamo avanti…

ci siamo preparati con cura i 4 strumenti indispensabili per fare un’ottima impressione professionale che sono:

  • Book con le collezioni moda aggiornate al periodo stagionale
  • Carta dei servizi salone con descrizione dei prodotti, sequenze di utilizzo, prezzi e promozioni del giorno o del periodo
  • Scheda di benvenuto, da far compilare a tutte le clienti una volta sola con autorizzazione al trattamento dati personali
  • Scheda servizi che dovrà accompagnare la cliente durante tutta la sua permanenza in salone, dove lo stilista segnerà i servizi eseguiti per determinare il corrispettivo dovuto e la fiche media durante la chiusura cassa serale.

Seguendo in maniera molto semplice questi  suggerimenti sarete già da subito un passo avanti rispetto ai vostri concorrenti che accolgono ancora i clienti con “una pacca sulla spalla, tanti saluti, siediti al lavaggio che arrivo subito!”

Il passo successivo che affronteremo nel prossimo post sarà il servizio “diagnosi” aspetto fondamentale e spesso dimenticato o eseguito male, e ricordate che il modo corretto di ricevere il cliente genera i servizi, valorizza la cliente, aumenta la frequenza della stessa, aumenterà la fiche media e la renderà fedele al tuo salone d’acconciatura.

Se vuoi approfondire quanto sopra fallo attraverso i commenti qui sotto,

seguitemi!

Alla prossima, Angelo.

Un pensiero su “RICEVERE NEL MODO CORRETTO IL CLIENTE

  1. Pingback: SERVIZI CHE MIGLIORANO LE TUA ABILITA' DI PARRUCCHIERE E I CAPELLI DEI TUOI CLIENTI |il blog di Angelo Salso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *