VUOI IL TUO SALONE D’ACCONCIATURA SEMPRE PIENO? ECCO 7 SUGGERIMENTI PER REALIZZARE IL TUO COMPITO

Vuoi il tuo salone d'acconciatura sempre pieno?Ogni giorno, da più di 12 anni, durante le mie giornate di lavoro, come venditore, entro in contatto mediamente con una dozzina di Parrucchieri e Parrucchiere, titolari di salone e non.

Mi capita spesso di immaginarti, mentre alzi tutte le mattine la saracinesca del tuo salone d’acconciatura, con dentro di te la voglia di sfondare e di avere successo con la convinzione e la determinazione, di portare avanti l’ideale che ti ha fatto decidere, fin da quando eri bambina o bambino 🙂 un bel giorno, di aprire un salone d’acconciatura tutto tuo, magari con l’aiuto economico dei tuoi genitori, per poterti occupare della tua passione preferita, cioè i capelli.

Sono altresì consapevole che complice la poca voglia di portare avanti gli studi ti sei creata la convinzione che per fare questo mestiere e aprire un salone bastasse solo avere un po’ di manualità, capire le geometrie per fare un taglio, un pizzico di colorimetria, montare una permanente, fare una buona messa in piega e l’attitudine a stare con il pubblico. Dopo tutto imparare questi aspetti tecnici, con un po’ di gavetta o il percorso di qualifica, ti avrebbe permesso di raggiungere un minimo di indipendenza economica e allo stesso tempo di occuparti della tua passione per l’acconciatura e diventare finalmente un Parrucchiere.

In questo blog, come avrai intuito se mi segui da un po, si parla di come modificare quella che è stata da sempre una tua passione per trasformarla in un business ad alto rendimento, e quindi farti riflettere sui pericoli che corri e sulla differenza che passa tra il continuare a percepirti come un’artigiano Parrucchiere, che deve lavorare solo con le mani e un vero e proprio imprenditore che deve acquisire le competenze necessarie per saper gestire un salone d’acconciatura dal 2015 in avanti.

Mai prima d’ora, visti i “chiari di luna”, sono sicuro che tu comprenda quanto urgente diventi affrontare questo cambiamento, e sappi che apprezzo i tuoi sforzi.

Non sei la sola e mi rendo conto delle difficoltà che devi affrontare tutti i giorni. Molti Parrucchieri non raggiungono i propri obiettivi solo perché non sono ancora disposti a modificare le proprie abitudini e convinzioni. Io non voglio farti cambiare idea e ho una profonda ammirazione per tutta la categoria, ma ho potuto osservare con i miei occhi quanto la società e alcune grosse aziende, alcuni rappresentati, (fortunatamente non tutti), abbiano ingiustamente marchiato il Parrucchiere come la figura del personaggio strano, un po’ artista, un po’ padre confessore, eccentrico, pettegolo, superficiale, con poca voglia di studiare, approfittandosi della sua disinformazione. E’ chiaro che poi ti trovi in difficoltà. Non è colpa tua.

So esattamente come ci sente in quella situazione e sappi che apprezzo i tuoi sforzi. Ma non credi anche tu che sia arrivato il momento di dimostrare a tutti quanto vali e di cominciare a mettere in pratica delle strategie che non hanno nulla da invidiare a quelle delle grandi aziende e dei parrucchieri più di successo?

Non passa giorno che Parrucchieri mi chiedano cose del tipo:

  • “ho l’agenda degli appuntamenti vuota”
  • “ho il telefono che non squilla più come una volta”

E’ un po’ come se volessero chiedermi se esiste una sorta di bacchetta magica per avere sempre clienti desiderosi di spendere i loro soldi all’interno del Salone.

Ma purtroppo non funziona così, non esiste niente di miracoloso e sono peraltro domande che necessiterebbero di informazioni più dettagliate e di una consulenza vera e propria, che non può avvenire in un paio di minuti o in un’articolo del blog. Ma oggi voglio condividere con te alcuni segreti che ti faranno capire meglio perché i clienti non sono più come una volta, facendo chiarezza su questi problemi che tanti Parrucchieri hanno.

Adesso, prima di continuare a leggere prenditi 10 minuti di tempo per te, e stampati nella testa che il cliente del 2015 è alla continua ricerca di informazioni utili a risolvere i problemi che deve risolvere e lo fa attraverso internet e i suoi contenuti. Ergo se tu ci sei sceglierà te, se non ci sei andrà dal tuo concorrente!

Ci siamo? Si comincia!

  • POSIZIONAMENTO PERSONALE DI MARCA SCORRETTO

Per posizionamento personale di marca, intendo il Personal Branding. Ho la possibilità di vedere con i miei occhi, tutti i giorni, tantissimi Saloni di Acconciatura che utilizzano bellissimi poster, banner, brochure, delle aziende  fornitrici, il che non sarebbe neanche sbagliato, ma il problema è che è molto difficile trovare un Salone che scommette sulla comunicazione del proprio nome Salone. Per farti un’esempio pensa al monogramma LV di Louis Vuitton. Le tue clienti che impressione hanno quando vedono il logo del tuo negozio?

  • MANCANZA DI UN SITO INTERNET

La tua visibilità in internet si riduce alla tua pagina Facebook che usi per chiedere l’amicizia dei clienti? Magari ti sei fatta fare un sito mettendoti nelle mani del tuo web master che, con tutto il rispetto, ti ha fatto un sito bellissimo, con delle grafiche spaziali, ma che con la visibilità on line non ha niente a che vedere? Internet ha delle potenzialità impressionanti con il quale avere clienti in modo semi-automatico, smettendo di buttare il tuo denaro in volantini e manifesti etc.

  • SALONE INADEGUATO

Quando è stata l’ultima volta che hai apportato cambiamenti al tuo Salone d’Acconciatura?

  • INSUFFICIENTE PROGRAMMAZIONE

Non hai personale perché ti costerebbe troppo o non hai sufficienti clienti per giustificare un’assunzione? O magari tutti i tuoi collaboratori sono impegnati e non riesci a stare dietro a tutte le telefonate, la cassa e i clienti? Spesso, mentre sei su una cliente interrompi il servizio per  aprire la porta? Oppure se la cliente è in posa con il colore sfrutti quel tempo per fare pausa pranzo? Questa non è insufficiente programmazione, ma è una vera e propria malattia legata ad una mancanza di guadagno dai servizi. Quante volte ti sei chiesta che forse avresti bisogno di una collaboratrice ma non riusciresti a pagarla?

  • BASSA RESA NEI RISULTATI DATI AL CLIENTE

Sottovalutare la tua comunicazione con le clienti li porterà inevitabilmente ad acquistare da te lo stretto necessario e per farlo adotterà la scusa che tanto ce la crisi. Senza proporre l’uso dei tuoi prodotti a casa a corredo dei servizi appena svolti in salone, è veramente dura far rendere nel tempo i risultati dei servizi per quali il tuo cliente ti paga. Questo piccolo particolare porterà quasi tutti i tuoi clienti a chiederti solo servizi di base, quali taglio e messa in piega e una volta ogni 6 settimane il colore, se non lo hanno già comprato al supermercato.

  • TENTATA VENDITA MALFATTA DI PRODOTTI O SERVIZI A CLIENTI CHE POI NON TORNANO PIU  NEL TUO SALONE PERCHE’ SI SONO OFFESI

Sempre riguardo al concetto di proporre prodotti ai tuoi clienti, fai attenzione perché se la cliente avverte che vuoi vendergli per forza qualcosa lei stessa si sentirà a disagio a tornare nel tuo salone e sai cosa succede normalmente in questi casi? La cliente non torna più!

  • INTERE LINEE DI PRODOTTO O REFERENZE ASSENTI O UTILIZZO DI PRODOTTI AD ALTA DIFFUSIONE

I clienti sono sempre più informati e se non abbiamo le linee complete dei prodotti che utilizziamo dall’area lavaggio all’area rivendita e sai benissimo a cosa mi riferisco, o ci mancano referenze, o peggio non abbiamo mai acquistato le ultime linee di prodotto più all’avanguardia per risparmiare qualche manciata di euro – “perché tanto io non sono capace a vendere” e poi tanto – “i miei clienti sono tutti in bolletta” sei nei pasticci!

  • Conosci tutte le linee sul mercato?
  • I loro punti deboli?
  • Trasmetti alle clienti motivazioni valide sul perché hai scelto di avere, piuttosto che non avere quei prodotti nel tuo salone?

Anche questi problemi sono legati ai margini di guadagno su i servizi e i prodotti che fai tutti i giorni ai tuoi clienti. Se la maggior parte della tua clientela fa solo tagli, pieghe e qualche colore ogni tanto, sarà veramente difficile fare interventi significativi.

Di conseguenza non esiste una soluzione rapida a un problema complicato come questo.

Ma per oggi abbiamo terminato e se fossi in te proverei a domandarmi:

cosa mi rende unica rispetto agli altri Parrucchieri della mia zona? (Leggi qui)

Sto facendo qualcosa per comunicare con i miei clienti per ricordargli cosa mi rende unica e differente rispetto agli altri Parrucchieri della mia zona?

Posso promettere qualcosa di speciale che i clienti otterrebbero venendo da me e che non potrebbero ottenere se vanno dal Parrucchiere due isolati più avanti?

  1. Un risultato specifico?
  2. Un prodotto finito?
  3. Un risultato finale?

Comincia subito a lavorare sui contenuti di questo articolo e noterai fin da subito dei miglioramenti!

Se vuoi approfondire e se vuoi veramente migliorare e diventare finalmente un Parrucchiere Vincente rendendo unico il tuo Salone….allora tieni d’occhio questo blog e se non lo hai ancora fatto iscriviti subito alla newsletter, scarica il super report e fai sapere anche tu la tua opinione.

Alla prossima e metti in pratica!

Angelo

PS: “In futuro valuta i prodotti che sceglierai e con essi anche la competenza di chi te li propone, cercando di capire se oltre ad averteli venduti sarà anche in grado di darti soluzioni!”

PPS: “ricorda, se ti farà piacere, di farci sapere il tuo punto di vista, utilizzando l’area commenti qui in basso”

14 pensieri su “VUOI IL TUO SALONE D’ACCONCIATURA SEMPRE PIENO? ECCO 7 SUGGERIMENTI PER REALIZZARE IL TUO COMPITO

  1. alessandra

    Ciao Angelo, tutto quello che scrivi lo riscontro nel mio piccolo. I clienti mi seguono, e mi rendo conto di lavorare molto, ma in modo diordinato e discontinuo, ed effettivamente arrivo a casa alla sera stremata e iguadagni ti posso assicurare che non sono proporzianali al culo che mi faccio, lasciando stare il fatto che i clienti fanno solo quello che vogliono loro, guai a proporre, non ascoltano e rimandano di continuo. Qui mi sa che bisogna rivedere un bel po di cose. Comunque grazie, perche quello che hai scritto lo trovo molto interessante. Difficile forse, ma interessante. Buon pomeriggio.

    Rispondi
  2. Enrico

    Molte delle cose che scrivi le abbiamo gia fatte e le stiamo gia facendo nei nostri saloni. Troviamo il tempo solo adesso di dirti che questo sito web ci piace perche troviamo un sacco di conferme ma anche di spunti diversi dal solito e a dimostrazione di questo abbiamo deciso di fare questo commento. Sei l’unico venditore che si e’ preso la briga di dare delle info del genere pubblicamente e speriamo un giorno di poterti conoscere di persona. Continua cosi.
    STAFF Enrico Parrucchieri Parma.

    Rispondi
    1. Angelo Autore articolo

      Con Parrucchiere Vincente cerco di rivelare pubblicamente informazioni valide, veritiere ed imparziali che aiutino il Parrucchiere a trovare un punto fermo, senza andare allo sbaraglio.
      Per esperienza provata sulla mia pelle posso dirti che troppe volte ho potuto vedere con i miei occhi, quanto la società, alcune grandi e piccole aziende, agenti e venditori di passaggio, abbiano ingiustamente marchiato il Parrucchiere solo come la figura del personaggio strano, un po’ artista, pettegolo e scappato da scuola, approfittandosi della vostra disinformazione, maltrattati e presi in giro!
      Non è colpa vostra se poi alcuni Saloni si ritrovano in difficoltà.
      Solo per chi si rivede e vive questo conflitto, dico che è arrivata l’ora di smetterla di percepirvi solo come degli artigiani, che sanno solo lavorare con le mani, ma di cominciare a mettere in pratica strategie che nulla hanno da invidiare a quelle delle grandi aziende e dei Parrucchieri più di successo e iniziare a riconoscervi per quello che siete: un’azienda commerciale.
      Chi pensa che il suo lavoro sia fare il Parrucchiere si sbaglia di grosso.
      Il Parrucchiere è prima di tutto un’azienda commerciale che deve trovare dei clienti per sostenersi ai quali rivendere il proprio prodotto, dove il prodotto è fare il Parrucchiere. Chiedo troppo?
      Quello che leggi e che leggerai, infatti, non è per tutti e per questo dò il benvenuto a te e tutto il tuo Staff.
      Grazie!

  3. monica

    Sono d’accordo con te, ho trovato molto interessante questo articolo. Ti seguo da un po di tempo, e ho voluto quasi per gioco cominciare a mettere in pratica qualche tuo suggerimnto letto qua e la e devo dire che funziona. Per adesso mi sono presentata in qualche negozio di fotografia, che e una mia passione, a chiedere una sorta di collaborazione, e il risultato sono stati ben 2 clienti nuove, mai viste in circa un mese e poco piu. Devo dire che ero un po perplessa, all’inizio, non pensavo che funzionasse e invece sta andando bene secondo me. Adesso voglio continuare cosi, anche perche queste clienti pur non conoscendomi si sono fidate di me alla grande e ho anche incassato molto, ma sopratutto le ho accontentate. Ti volevo ringraziare. Ciao!

    Rispondi
    1. Angelo Autore articolo

      Ottimo lavoro.
      Ricorda di dare un reale vantaggio anche al titolare del negozio di fotografia
      e non dimenticare di dare sempre valore.
      Ci sarebbero poi altre strategie legate alle Joint venture,
      ma ne parliamo in privato. Per adesso grazie per il tuo tempo
      e sopratutto per averci provato! Brava!

  4. Mery

    Buongiorno e grazie per i preziosi consigli che da..proprio oggi ne parlavamo con la mia socia di come migliorare il nostro storico negozio lasciatoci in eredità dalla nostra fantastica titolare che ha lasciato il segno nel comune in cui lavoro non solo x la sua professionalità ma anche per la sua personalità era molto carismatica e per noi è molto difficile nonostante gli anni di lavoro al suo fianco riuscire a essere alla sua altezza ,abbiamo superato la sua morte ma inevitabilmente molte clienti hanno avuto fin da subito un continuo paragone tra noi è lei ..eppure molte erano già passate nelle nostre mani pur essendoci lei presente noi vorremmo attirare nuove clienti non abbiamo mai fatto nessun tipo di pubblicità poiché le teste erano una firma e non serviva e le clienti non mancavano,purtroppo il salone ha avuto una serie di cambiamenti in giro di poco tempo e …e tutto questo ha stravolto un po’nostri ritmi .. Ora vorremmo fare qualche volantino per attirare nuove clienti che ci consiglia?grazie e buona continuazione

    Rispondi
    1. Angelo Autore articolo

      Grazie a te per il tuo tempo e per l’iscrizione alla newsletter e dammi pure del tu.
      E’ normale che succedere ad una personalità forte e carismatica come quella da te descritta possa disorientare le clienti,
      ma l’importante adesso, è che a perdere l’orientamento, non siate tu e il tuo staff.
      Avreste un bel problema!
      Ovviamente ti sconsiglio di “fare qualche volantino”.
      Non è la strada giusta, a meno che a te piaccia buttare i tuoi soldi dalla finestra,
      e non avere risultati, ma non credo.

      Intanto continua seguirmi, e approfondisci la lettura del Report e di tutti gli articoli.
      Troverai sicuramente la risposta corretta a molte tue domande.

      Alla prossima!

  5. Mery

    Grazie del consiglio … Continuo a leggere i tuoi preziosi consigli… Amo da impazzire il mio lavoro e spero di essere essenziale per le mie clienti:) grazie mille

    Rispondi
  6. Acconciature Enrico Verona

    Salve Angelo, sono prooretario di un salone a verona e da quando mi sono imbattuto nel suo blog ho provato a riflettere sulle cose da fare per creare un salone se possibile ancora piu organizzato ma la realta è che sono in continua lotta con la concorenza e non riesco a trovare il modo di alzare i prezzi nonstante aumenti tutto, ma la cosa che non vorrei piu fare è abbassarli continuamente per vedere i clienti arrivare ed essere sicuro che non vadano dagli altri. Praticamente devo in continuazione abbasare i prezzi piu degli altri altrimenti fatico ad avere appuntamenti che rendano. Non mi sto lamentando sia chiaro ma se possibile vorrei il suo aiuto per capire come potrei fare. Il lavoro comunque non manca ma rispetto alle ore che passo in salone e a quello che guadagno mi sento svilito e non realizzato, senza contare la “depressione” (per modo di dire) che mi viene quando chiedo aiuto ai miei fornitori e quello che mi sento rispondere e’che dovrei spendere di piu in prodotti più costosi perché ai clienti finali piacciono. Praticamente una barzelletta. Mi scusi lo sfogo, spero in una sua risposta. Saluti Enrico

    Rispondi
    1. Angelo Autore articolo

      Ciao Enrico ti ringrazio per la domanda.
      Stai facendo un’errore che se ne porta dietro un’altro. Per quanto riguarda la concorrenza, in genere lo strumento più usato per battere i propri competitor è abbassare i prezzi e quindi entrare nella guerra al ribasso. Questo modo di fare comporta alcune pesanti conseguenze per il profitto e la salute del Parrucchiere e del Salone d’Acconciatura.
      – Annulli i tuoi margini di guadagno
      – Non ti differenzi veramente (perché poi l’unica qualità che viene apprezzata dal tuo prodotto/servizio è proprio il prezzo basso)
      – Attiri i clienti peggiori
      A ruota, l’altro errore che si genera in automatico è quello di rivolgersi a tutti.
      E perché è un’errore rivolgersi a tutti?
      Perché non potrai mai raggiungere tutti, non potrai identificare un problema specifico, non potrai creare un messaggio specifico direttamente al tuo cliente/potenziale cliente.
      Come uscire da questa situazione e risolvere entrambi questi problemi?
      C’è una soluzione, l’unica tra l’altro, ed è racchiusa in due semplici parole:
      – Differenziazione e Posizionamento
      Vale a dire, come renderti differente dalla massa, in cosa sei unico, in cosa sei differente rispetto agli altri, sull’analisi della tua concorrenza e del tuo cliente ideale. Ripeto lavora per crearti un tuo spazio incontaminato, una tua unicità posizionandoti in modo differente rispetto ai tuoi concorrenti Parrucchieri. In questo modo non abbasserai più i prezzi per competere, perché non avrai praticamente concorrenza e selezionerai i clienti migliori.
      Facile? Difficile? La risposta non spetta a me. L’unica cosa che devi fare è lavorarci sopra e provare finché non funziona.
      Penso sia meglio che non fare assolutamente nulla.
      Per questo ti consiglio di iscriverti al volo, scaricare il Report gratuito che metto a disposizione e continuare a seguirmi leggendo con molta attenzione tutti i materiali che ti spedirò assieme a tutti gli articoli del blog.
      Questa è la via ==>> http://www.parrucchierevincente.com/risorse-gratuite/

  7. Andrea

    Buongiorno sono una ragazza di 24 anni so che può essere stupido è insicuro quello che sto per dire ma..,,, ho deciso dopo anni di aprirmi una mia attività da parrucchiera e sto rilevando il negozio di una signora molto ingamba e lei rimarrà con me per circa due mesi per inserirmi bene anche perché cambio proprio citta quindi non mi conosce nessuno….però ora mi è presa un’ansia pazzesca non sono tranquilla e ho paura di fallire in un modo assurdo come se gli anni lavorati non esistessero più… abbiamo stili e modi diversi di lavorare e ho paura di non essere all altezza per queste clienti…,😔

    Rispondi
    1. Angelo Autore articolo

      Ciao quello che hai scritto NON è stupido, anzi è perfettamente normale. Sarebbe anormale se fosse il contrario
      Tranquillizzati e vai avanti
      Se hai bisogno sai dove trovarmi
      Per ora ti ringrazio per il tempo che mi hai dedicato e per il tuo commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *