3 CONSIGLI PER IL PARRUCCHIERE CHE VUOLE GUADAGNARE DI PIU’ (DA METTERE IN PRATICA SUBITO)

Attraverso l’iscrizione alla NewsLetter, che trovi visitando questa pagina, entri direttamente in contatto con me.

Gli amici Parrucchieri che seguono Parrucchiere Vincente, assieme ai miei clienti personali, danno vita ogni giorno a domande molto interessanti e si accendono dialoghi pieni di spunti utili per chi ha un Salone d’Acconciatura e vuole guadagnare di più sfruttando i sistemi di acquisizione e fidelizzazione clienti che il mondo moderno mette a disposizione.

Non tanto per “spremere come un limone” il portafoglio dei loro clienti, questo non va mai bene, quanto piuttosto per far vivere loro un’esperienza straordinaria, che ti verrà di conseguenza pagata molto volentieri, tanto quanto sarà il valore ricevuto in cambio dal servizio stesso.

Non dirmi che vuoi fare anche tu la fine del tipo qui sotto, vero?

Okay, okay, ti sei fatto quattro risate?

Ma adesso torniamo seri, perché quando in gioco c’è il futuro del tuo Salone d’Acconciatura ti consiglio di non prenderla tanto alla leggera, quindi adesso, per il tuo bene continua a leggere…

So che ci sono tanti lettori assidui che leggono solamente il Blog, a proposito, siete tantissimi, e vi ringrazio per l’interesse, ma non vorrei farvi perdere preziosi consigli, riservati solo agli iscritti.

Infatti, ho deciso di scrivere questo articolo per raccontare anche a te quello che succede, dall’altra parte, andando a rispondere a 3 domande/temi/false convinzioni “tormentone”, che mi vengono fatte spesso, in cui ti indico le possibili soluzioni qui di seguito:

  1. La dimostrazione del perché farti fare dei volantini non funziona e ti fa buttare un sacco di soldi
  2. Perché se non lo racconti, il tuo Salone d’Acconciatura è destinato al fallimento
  3. Come creare attenzione verso il tuo Salone d’Acconciatura, utilizzando un semplice trucco.

Pronto?

Okay, si comincia.

LA DIMOSTRAZIONE DEL PERCHE’ FARE PUBBLICITA’ PER IL TUO SALONE D’ACCONCIATURA, FACENDO I VOLANTINI, EQUIVALE A BUTTARE I SOLDI NEL CESSO…E DOVE DOVRESTI INVESTIRE IL TUO BUDGET PER VEDERLO FRUTTARE CON DEI RITORNI DECENTI

Già, i volantini cartacei andrebbero aboliti, perché Parrucchiere e Parrucchieri, partiamo da un’idea molto semplice; la pubblicità serve a vendere i tuoi servizi, e non al contrario a fare immagine, a spargere la voce o a sperare che generi visibilità.

Ma cosa deve fare una tua comunicazione, perché riesca a vendere?

Deve, di base, convincere la Sig.ra Maria, che viene raggiunta da un tuo messaggio a diventare poi un tuo cliente vero e proprio. Per fare questo non dimenticarti mai di mettere in pratica una regolina, ultimamente sbandierata a destra e sinistra, che però nessuno usa, e che si conferma essere un metodo tanto semplice, quanto efficace per testare la funzionalità di un messaggio riguardante il tuo Salone.

Dovrebbe essere costruito attraverso quattro fasi ben specifiche, che sono l’attenzione, l’interesse, il desiderio e l’azione, attraverso le quali un tuo potenziale cliente dovrebbe necessariamente passare, prima di trasformarsi in un cliente, che viene effettivamente a usufruire di un tuo servizio a pagamento.

In altre parole un qualsiasi messaggio che riguardi te e il tuo Salone d’Acconciatura, perché riesca a produrre un risultato, deve trasportare il tuo potenziale cliente verso di te.

Dapprima catturandone l’attenzione; facendolo sussultare ed esclamare: “ferma ferma, questa roba mi interessa!”

Poi dovrà generare il suo interesse fino a volerne sapere di più; potremmo immaginare il tuo potenziale cliente intento a leggere molto interessato ciò che hai scritto sul tuo messaggio.

Poi dovrai fare in modo di accendere il suo desiderio; diciamo che sta iniziando a capire che la cosa è per lui, che la vuole…..

……e infine gli si dovrà chiedere senza giri di parole, di agire subito facendogli compiere l’azione di contattarti per concludere la vendita del servizio o del prodotto o ricevere maggiori informazioni, all’interno del tuo Salone d’Acconciatura.

Riesci a capire perché fare dei volantini è uno spreco di tempo e di danaro?

Infatti la maggior parte dei volantini si fermano solo alla fase numero uno e magari, se sono scritti decentemente, cattureranno l’interesse del potenziale cliente, ma solo in poche rare eccezioni riusciranno anche ad innescare il desiderio di fargli compiere un’azione.

Di solito spendi qualche centino per stampare un migliaio di volantini, per ottenere un ritorno forse di un paio di persone, tra cui la visione della mitica Sig.ra Maria che si materializza all’interno del tuo Salone d’Acconciatura, per farsi fare taglio&piega a 20 euro…il che mi sembra un po’ pochino.

Quindi come si fa per far attraversare queste quattro fasi specifiche al tuo potenziale cliente?

CAMBIA STRUMENTO.

Lascia perdere i volantini e comincia a stampare lettere di vendita recapitate direttamente all’indirizzo del tuo cliente target, cioè uno strumento in grado di fare questo tipo di numeri, e a tal proposito ti lascio questa testimonianza arrivata sulla mia casella email:

Schermata 2016-02-05 alle 15.57.21

A tal proposito, visto che oggi mi sento particolarmente generoso, ti lascio un’esempio tangibile di uno dei tanti strumenti che puoi utilizzare anche tu per proporre e vendere i tuoi prodotti/servizi, e produrre questo tipo di numeri:

Se nel tuo Salone d'Acconciatura non vuoi cambiare punto di vista su come trattare dipendenti e clientela, non posso aiutarti

 

Questo è solo un’esempio di un mio cliente personale che ha applicato e messo in pratica alcune tecniche di acquisizione clienti per il suo Salone d’Acconciatura. Ti basterà riempire gli spazi bianchi adattandoli al tuo obiettivo specifico.

Ma riusciresti ad ottenere gli stessi risultati con un semplice volantino?

Ti rispondo io: NO!

PERCHE SE NON LO RACCONTI, IL TUO SALONE D’ACCONCIATURA E’ DESTINATO AL FALLIMENTO.

Qualsiasi cosa tu faccia, o abbia intenzione di fare nel tuo Salone d’Acconciatura, che sia un servizio colore, piuttosto che un taglio, il lancio di un nuovo prodotto/servizio, o durante i minuti che dedichi alla tua cliente per la consulenza e diagnosi, se non viene raccontato è come se non esistesse.

Mi capita di essere a contatto con decine e decine di Parrucchieri e Parrucchiere tutti i giorni, e quello che salta fuori è proprio l’incapacità di raccontarsi.

Alcuni perché non lo sanno proprio fare, altri perché non ne colgono l’importanza;

“tanto oggi la gente sceglie il proprio Salone solo in base alla qualità e al giusto prezzo…chi se ne frega di raccontare quello che faccio e come lo faccio”.

Altri perché hanno problemi mentali: non si raccontano per paura di dare troppo nell’occhio, per non dare vantaggi al Parrucchiere concorrente due isolati più avanti;

“che non si sa mai, magari mi copia e mi frega tutti i clienti”.

In realtà succede che il vero valore aggiunto oggi più che mai, posto che tu sia veramente un Parrucchiere preparato a livello tecnico e stilistico, quindi non prendere esempio da  “Hair Stylist Faschion Cool Man Glamour Trend Style Man…By Mimmo” visto prima- non è solo in ciò che fai, ma in ciò che racconti.

Infatti se ti informi, noterai come le storie di capaci Parrucchieri di successo, di tutto il mondo, in fondo si somiglino tutte quante.

Gli Acconciatori più capaci inventano, vendono e realizzano tagli di capelli, colori, acconciature esattamente nello stesso modo e con gli stessi strumenti e prodotti che utilizzi anche tu: una forbice, una spazzola e un phon, tanta ricerca e tanta formazione, ma con risultati cinque volte superiore rispetto alla media nazionale, o comunque con passaggi cassa di molto superiori ai tuoi.

Come ci riescono?

RACCONTANDOSI.

Raccontano tutti la stessa canzone, cambiano i nomi, i dettagli, vengono adattate, ri-arrangiate, ma tutte queste storie hanno in comune una logica ben precisa, in grado di conquistare e appassionare gli esseri umani diventando delle vere e proprie icone, dei simboli che identificano il Parrucchiere con la sua aspirazione di portare i propri clienti verso la libertà, la bellezza, con il desiderio di celebrare la propria storia, la propria tradizione, le proprie creazioni, installandosi nella mente dei propri clienti come i volti dei famosi quattro presidenti USA scolpiti sulla roccia nello stato del South Dakota nei pressi della città di Rapid City.

Ma come mai la storia che accomuna tutti i capaci Parrucchieri di successo suscita nei clienti una reazione così forte?

Cosa permette ad un racconto che parla di tagli di capelli geometrici di servizi colore, di prodotti specifici, di Saloni d’Acconciatura, di sudore e fatica, di farci sentire così coinvolti?

Semplice.

La storia che racconta di te, delle cose che fai tutti i giorni nel tuo Salone d’Acconciatura, del perché hai scelto di fare proprio questa professione, fa riferimento alle preoccupazioni e ai desideri con cui ognuno di noi deve fare i conti nella vita di tutti i giorni.

La tua storia racconta anche quella dei tuoi clienti.

Ma dai Angelo;

“a me tocca sudare tutti i giorni tra mille problemi, casa, figli, famiglia, tagli e pieghe, burocrazia, tasse. Faccio prima a mettere una foto di un bel colore su FB, e di grazie…perché a malapena riesco a trovare il tempo di farlo”

E’ un’errore! Anche tu a modo tuo puoi e devi diventare un’eroe agli occhi dei tuoi clienti.

Certo che la battaglia può essere combattuta e raccontata con il tuo sudore tra phon roventi e colpi di spazzola, perchè è comunque molto simile alle sfide con cui anche la tua cliente deve fare i conti ogni giorno.

E non importa a che punto ti trovi.

Tutti noi, me compreso, vogliamo avere un’eroe. Vogliamo vedere il nostro eroe risolvere i suoi problemi, sconfiggere i nemici e avere successo, perché questo ci da la speranza che noi possiamo fare la stessa cosa.

La tua vittoria è la vittoria dei tuoi clienti.

Questo è il motivo per cui è così importante raccontarsi ed è lo stesso motivo per cui può avere un’effetto dirompente anche sui tuoi clienti.

Di modi per emergere c’è ne sono tanti, ma parti da questi:

  • differenziati
  • raccontati

Tutti i Parrucchieri bloccati, che vivono momenti di difficoltà hanno aspetti in comune:

  • la gente non sa esattamente in cosa questi Parrucchieri siano diversi dagli altri.

Perché?

Perché non si raccontano, perché non lo dicono, perché sono tutti uguali a se stessi.

E mentre i tuoi clienti escono dal tuo Salone d’Acconciatura con un capolavoro, pensano al contrario di essersi fatti fare un semplice servizio piega, o un semplice servizio colore, non gli danno più di tanta importanza, e intanto il tuo fatturato va giù, giù, giù, e i conti non tornano, e la serranda va giù, giù, giù, per sempre!

La differenza tra il “Parrucchiere Vincente” e il “Parrucchiere per caso” è nella capacità di raccontarsi, di narrare una storia, di far sentire la gente parte di qualcosa di più grande.

3 consigli per il Parrucchiere che vuole guadagnare di piùCOME CREARE ATTENZIONE VERSO IL TUO SALONE D’ACCONCIATURA, UTILIZZANDO UN SEMPLICE TRUCCO CHE FARA’ RIEMPIRE DI CLIENTI IL TUO SALONE D’ACCONCIATURA PIU’ VELOCEMENTE DI QUANTO TU POSSA MAI AVER IMMAGINATO.

Il trucco è fare marketing, e questo è il suo potere: plasmare l’immateriale, per creare qualcosa di estremamente tangibile.

Ma abbiamo un problema.

Il marketing richiede TEMPO, non è che cominci domani mattina e tutto il mondo saprà chi sei. Non funziona così e se qualcuno te lo dice è un pazzo. Se lo pensi sei pazzo! Fidati di me.

Perché il marketing funzioni devi metterlo in pratica sempre, tutto il giorno, tutti i giorni.

Però devi farlo, altrimenti c’è un problema.

Lo dimostrano alcuni miei clienti illuminati, e i Parrucchieri più di successo, proprio come te.

Fanno marketing tutti i giorni. Tutti i giorni educano la loro clientela a preferili rispetto agli altri.

Ecco perché devi iniziare subito, per il bene del tuo Salone d’Acconciatura, perché non potrai permetterti di rimanere indietro rispetto a chi ha già iniziando adesso, a chi ha già iniziato da anni e a chi inizierà presto.

Non importa che tu abbia il Salone in una grande o piccola città!

Devi conoscere e padroneggiare le basi.

E occhio, perché, posso affermarlo: qualcosa sta cambiando.

Tanti Parrucchieri iniziano a metterlo in pratica, tanti Parrucchieri capiscono che il vero valore aggiunto del loro Salone è li:

nella capacità di fare marketing, smettendola una buona volta di vedersi solo come un’artigiano bravo con le mani.

E quando il tuo concorrente passerà dalla teoria alla pratica è meglio che tu sia pronto a contrastarli.

O meglio: o ti muovi ora, o sei fuori dai giochi per sempre.

Clicca qui per iniziare subito dalle basi!

Tempo di saluti, per oggi è davvero tutto!

Alla prossima,

Angelo.

PS: “In futuro Valuta i prodotti che sceglierai e con essi anche la competenza di chi te li propone, cercando di capire se oltre ad averteli venduti sarà in grado anche di darti soluzioni!”

 

 

10 pensieri su “3 CONSIGLI PER IL PARRUCCHIERE CHE VUOLE GUADAGNARE DI PIU’ (DA METTERE IN PRATICA SUBITO)

  1. luana

    Molto simpatico il video, senza nulla togliere a tutto cio che ho letto. Molto interessante e tutto vero!
    Davvero ottimo materiale, ricambiero’ nel piu breve tempo possibile, grazie Angelo!

    Rispondi
    1. Angelo Autore articolo

      Tutte le info che ti servono per trovare le risposte alle tue esigenze sono qui.
      Grazie Paola.

  2. Monica Costa

    Grazie Angelo, articolo molto interessante come sempre!!!
    Io come tu sai , ho deciso di mettermi in discussione ancora una volta.. È il tuo corso mi ha dato i mezzi giusti e una grandissima motivazione!!!
    Sei un grande!!!
    Buona serata! Monica!

    Rispondi
  3. Patrizia

    Bellissimo articolo.
    I 3 spunti che hai suggerito, se realizzati possono davvero migliorare la sorte della gran parte dei saloni tutti uguali che si trovano praticamente in tutte le città. Spesso capita anche a me, nel mio negozio di fossilizzarmi letteralmente facendo le solite cose, tanto il lavoro non manca, ma devo ammettere, che nonostante le soddisfazioni, ho sempre una sensazione di incompiuto e nonostante io abbia una grande passione per il mio lavoro, mi rendo sempre più conto che aver aperto un negozio non significa solo fare il Parrucchiere. Aver trovato per caso il tuo blog mi ha dato lo stimolo per approfondire i temi che tu ben approfondisci e che ho sempre dato per scontato nel mio salone, sia nel rapporto con me stessa che con i clienti, per non parlare dei dipendenti. Metterò in pratica immediatamente il modello di lettera che hai rilasciato gratuitamente, effettevimante è un altro pianeta. Se penso a tutti i volantini che ho lasciato in giro in questi anni mi viene la pelle d’oca….ritorni zero. Appena rientro da questa pausa per pasqua approfitto della tua offerta molto volentieri. Grazie per tutto e serena pasqua anche a te.

    Rispondi
    1. Angelo Autore articolo

      Grazie mille per il tuo commento all’articolo Patrizia,
      mi fa piacere che ti sia stato utile.
      Adesso non ti rimane che mettere in pratica.
      Se hai domande sono qui…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *